Stampatori di refusi nel 1958 (Tony Davis/Daily Express/Hulton Archive/Getty Images)
  • blog
  • mercoledì 25 dicembre 2019

Un altra lista di Natalle

Ovvero: l'impietosa lista dei migliori refusi pubblicati sul Post nel 2019

Stampatori di refusi nel 1958 (Tony Davis/Daily Express/Hulton Archive/Getty Images)

Sbalgiando s’impara?
No.

Ogni anno pubblichiamo qualche decina di migliaia di refusi, nonostante gli sforzi. Per fortuna la persona che al Post si occupa di accertarsi che gli articoli non contengano errori di scrittura – “il nostro T9”: il peraltro vicedirettore lo ha presentato così quest’estate a un gruppo di aspiranti giornalisti – li trova quasi sempre e rapidamente li fa sistemare. Qualche volta ce li segnalano anche i lettori su correzioni@ilpost.it, e con l’occasione li ringraziamo.

I più divertenti vengono accantonati per tutto l’anno in un posto segreto e compaiono per Natale in una lunga lista che arriva a tutti i redattori, più o meno colpevoli. Eccone un estratto (e per chi se li fosse persi ci sono anche quelli del 2018, del 2017, del 2016 e del 2015).

– “Il ministro dell’Inter Matteo Salvini

– “La sciatrice bielorissa

– “lumi mannari

–“nostri connazionali che ci lavarono

– “Il dotto Zivago

– “c’erano capelli grossi e pelosi

– “due naufragi al lardo delle coste nordafricane

– “hanno reciso i loro contratti

– “a 256 gigahearts

– “La famiglia, che si trova nei Paesi Bassi dal 2010, è formata da una coppa

– “i celebri e costosissimi sport pubblicitari

–“i trentini cosiddetti “irridentisti” come Cesare Battisti

– “il partito dei nazionalisti bachi

– “sembra una specie di tulipano o di palloncino sgonfino

– “che circa il 10 per cento del corpo ingerito non viene digerito

– “Il sequestro è durato in tutto circa 40 anni

– “è accusato di aver insabbiato tre sacerdoti

– “persone arrampicate sui lamponi

– “i pompieri al lavoro per spendere un incendio

– “leader dei Versi australiani

– “In passato il re Vajiralongkorn è stato spostato altre tre volte

– “Prima dell’arrivo del suo arrivo

– “le recensioni dei piatti lasciati dagli altri clienti

– “le condanne a pene breve

– “sta mettendo in crisi la colazione di destra

– “gli consentiva di lavorare un po’ ovunque, di solito in caffettiere

– “Una mucca in una stella a Stetten, Germania

– “Racconta la storia da morte tra uno chef appena uscito di prigione e una cameriera

– “accogliendo un ricordo della Commissione Europea

– “ordinò di sposare il cadavere

– “La statunitense Simone Biles con le compagne dopo aver finto la finale a squadre

– “la convivenza tra umani e persone è da sempre complicata

– “sarà un importante momento per quanto riguarda il mercato della distruzione online di contenuti audiovisivi

– “il diritto delle donne musulmane a indossare il vero

–“L’azienda ha detto che in un secondo mondo le stesse opzioni saranno estese a Instagram e a WhatsApp

–“gas lacrimogeno durante gli sconti con la polizia

–“Mercoledì l’Europol ha reso noto di aver compiuto una vasta operazione di riciclaggio di denaro

TAG:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.