theresa may

Oggi si dimette Theresa May

Oggi si dimette Theresa May

La prima ministra britannica rimarrà poi in carica per gli affari correnti fino alla nomina del nuovo leader dei Conservatori: potrebbe volerci un mese

Cosa succede ora nel Regno Unito

Cosa succede ora nel Regno Unito

Theresa May ha annunciato le sue dimissioni e ora ci saranno le primarie del Partito Conservatore, da cui uscirà il nome del nuovo primo ministro: ci sono già due favoriti

Il nuovo piano di Theresa May su Brexit

Il nuovo piano di Theresa May su Brexit

Prevede in sostanza la possibilità di indire un nuovo referendum e introdurre una unione doganale temporanea con l'UE, ma a nessuno sta piacendo particolarmente

Una nuova crisi per il governo britannico

Una nuova crisi per il governo britannico

Stavolta Brexit non c'entra: Theresa May ha licenziato il segretario alla Difesa accusandolo di aver diffuso materiale coperto da segreto, lui dice di essere innocente

Brexit è stata rimandata ancora

Brexit è stata rimandata ancora

I leader dell'Unione Europea si sono accordati su una proroga «flessibile» che darà al Regno Unito fino al 31 ottobre per trovare un accordo sull'uscita dalla UE

Un altro strano sviluppo su Brexit

Un altro strano sviluppo su Brexit

Il Parlamento proverà a prendere il controllo dei negoziati, cercando da solo una soluzione alternativa a quella del governo: per May è stata un'altra sconfitta

Brexit ha una nuova data di scadenza

Brexit ha una nuova data di scadenza

Sarà il 22 maggio, a patto che il parlamento britannico approvi un accordo entro la prossima settimana: altrimenti, May deve comunicare cosa intende fare entro il 12 aprile

Theresa May non riesce a vincere

Theresa May non riesce a vincere

La prima ministra britannica continua a subire una sconfitta dopo l'altra su Brexit e i giornali parlano di «umiliazione» e «caos»: lei, per ora, tira dritto

20 giorni a Brexit, oppure no

20 giorni a Brexit, oppure no

Guida completa alla situazione attuale e a quello che potrebbe succedere la prossima settimana, l'ennesima “decisiva”