natale

La nuova sorpresa natalizia di una compagnia aerea canadese

La nuova sorpresa natalizia di una compagnia aerea canadese

WestJet è una compagnia aerea low-cost canadese. Visto il successo della sorpresa organizzata lo scorso anno per un fortunato gruppo di suoi passeggeri, la compagnia ha deciso di fare anche quest'anno una cosa simile: in collaborazione con l’associazione di beneficenza canadese Live Different ha comprato regali personalizzati per la comunità di Nuevo Renacer, vicino a Puerto Plata, nella Repubblica Dominicana.

Buone Feste, dice Google

Buone Feste, dice Google

Il doodle torna con la neve e un certo romanticismo, dopo la versione più urbana e meno tradizionale del giorno di Natale

Gli auguri del presidente iraniano a Papa Francesco

Gli auguri del presidente iraniano a Papa Francesco

Il presidente iraniano Hassan Rouhani ha fatto gli auguri di Natale a Papa Francesco su Twitter: «Auguri a @Pontifex per la nascita di Cristo, profeta d’amore, misericordia e amicizia. Sperando in un nuovo anno pieno di pace e prosperità». Felicitations

Il Natale dopo Haiyan

Il Natale dopo Haiyan

Le foto dei preparativi e dei festeggiamenti, tra macerie, tende, chiese danneggiate e volontari che distribuiscono regali ai bambini senza casa

Sta arrivando

Sta arrivando

Fotografie da mezzo mondo di preparativi, addobbi e attesa, per entusiasti e insofferenti

La roteante forza di Coriolis

Mio figlio, nonostante abbia ormai dieci anni, ama come me le giostre e la loro sorniona inutilità. Domenica scorsa siamo andati ai Giardini di Porta Venezia dove ce n’è una sufficientemente malandata [Continua]

Natale da registi

Natale da registi

La mattina di Natale secondo 10 grandi registi in un video realizzato dalla Fourgrounds Media Inc., una casa di produzione canadese: il bianco e nero e il montaggio dinamico alla Ėjzenštejn, la famiglia felice alla Spielberg e quella bizzarra alla

L'incubo del regalo riciclato

L’incubo del regalo riciclato

"Il fenomeno" è una web serie di Daniele Grassetti e Matteo Nicoletta dedicata a prendere in giro e smontare - appunto - "fenomeni": l'ultima puntata è dedicata a un fenomeno di scottante attualità, anzi due: il problema dei regali di Natale e il problema della soluzione al problema dei regali di Natale. Il regalo riciclato.

NSA is coming to town

NSA is coming to town

La ACLU (un'organizzazione non governativa orientata a difendere i diritti civili e le libertà individuali negli Stati Uniti) ha realizzato una parodia video della canzone Santa Claus is coming to town. Il testo originale esorta i bambini a comportarsi bene spiegando che Babbo Natale sa sempre tutto quello che fanno, sa quando sono svegli e quando dormono, sa quando piangono e quando sono tranquilli, e in base al loro comportamento compila una sua lista di buoni e cattivi. Nella versione della ACLU una spia-Babbo Natale controlla tutte le conversazioni che avvengono attraverso tutti i dispositivi, “sa quando dormi e quando sei sveglio”, e ha la sua lista dei buoni e dei cattivi. Solo che sulla lista dei cattivi c’è Edward Snowden, Glenn Greenwald (e Miley Cyrus), su quella dei buoni…la NSA.

Segni dal cielo

È tutta colpa di Giotto. Quando dipinse l’Adorazione dei Magi ebbe l’idea di raffigurare il generico (e non meglio identificato) fenomeno celeste di cui parlano i Vangeli dipingendo, sopra la capanna, una stella con una lunga coda. [Continua]

La sorpresa natalizia di una compagnia aerea canadese

La sorpresa natalizia di una compagnia aerea canadese

WestJet è una compagnia aerea low-cost canadese. Per Natale ha deciso di fare una sorpresa a un fortunato gruppo di suoi passeggeri. Nella zona d'attesa per l'imbarco di uno dei voli della compagnia è stato installato uno schermo interattivo con uno scanner per la carta d'imbarco. Dopo la scansione nello schermo appariva Babbo Natale che, riconoscendo il passeggero, gli chiedeva che cosa desiderasse per Natale. Molti passeggeri hanno risposto, un po' per gioco, poi sono partiti. Arrivati a destinazione hanno trovato sui nastri trasportatori che restituiscono i bagagli alcuni pacchi che contenevano esattamente quello che loro avevano chiesto alla partenza (giocattoli per i bambini, ma anche oggetti costosi, attrezzatura sportiva, telefoni, tablet e grandi schermi tv).

È Natale

È Natale

Per gli armeni, mentre per gli ortodossi sarà domani: il perché è una bella storia, che ha a che fare con Giulio Cesare e dieci giorni che non sono mai esistiti