lega

Di forca e di governo

E brava la Lega di forca e di governo. È l’unico partito del mondo che riesce a dirsi favorevole a un arresto e al tempo stesso a lasciare libertà di coscienza ai propri parlamentari: il che si è tradotto, in

Il gioco opaco del si salvi chi può

La posizione di Alfonso Papa era indifendibile: tutti i suoi coimputati hanno perduto la libertà. Dunque ieri la Camera ha semplicemente affermato un principio (amaro, perché il carcere non può augurarsi a nessuno) di eguaglianza dei cittadini davanti alla legge.

Arrendetevi, per il bene dell’Italia

Era il lunedì della verità. E la verità è arrivata, amarissima. Non da un’aula di tribunale, non da un giornale nemico, non da una intercettazione telefonica. La verità che condanna Berlusconi è arrivata da quel luogo impalpabile ma concretissimo che

Il sogno del ministro Maroni

Roberto Maroni, ministro degli Interni della Repubblica italiana, è intervenuto al raduno della Lega a Pontida e ha detto, tra le altre cose: «Noi abbiamo un grande sogno: una Padania libera e indipendente»

Gli hanno voltato le spalle

«Per noi non cambia nulla». Eccola, la formula maledetta di chi vuole perdersi, si è già perso, è destinato a perdere. Contro l’onda montante di un paese che invece non solo chiede, ma impone il cambiamento, e lo pratica con

Maroni ha votato SÌ ai primi due quesiti del referendum

Il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha detto in un’intervista al Corriere della Sera di aver votato SÌ ai primi due quesiti del referendum: «Ho ritirato soltanto le due schede sul quesito relativo all’acqua e ho barrato il SÌ. Si tratta

Galan sulla proposta di trasferire alcuni ministeri al nord

Il ministro della Cultura Galan ha commentato su Radio Radicale la proposta della Lega di trasferire alcuni ministeri al nord. «La proposta di legge di iniziativa popolare della Lega per trasferire i ministeri al nord è tutto tranne che una

La Padania e la campagna elettorale di Letizia Moratti

Oggi la Padania pubblica in prima pagina un corsivo in cui commenta così la campagna elettorale di Letizia Moratti. «Mancava la ciliegina sulla torta di una campagna elettorale che ha navigato tra schizofrenia e idiozia con rari lampi di equilibrio

Il cortocircuito di Pontida

Per la prima volta dopo molti, moltissimi anni si è inceppato il meccanismo perfetto che ha consentito alla Lega una lunga serie di vittorie irresistibili. Il segnale è chiaro: la Lega pensava di godere del calo di consensi del Pdl,

Bossi: «La Lega ce l’ha sempre duro»

Secondo l’ANSA Umberto Bossi, recandosi alla Camera per votare la mozione sulla Libia, avrebbe detto: «La Lega ha vinto. Ce l’ha sempre duro».

Nuovo look

Nuovo look

Renzo Bossi decide di aggiornare il proprio look dopo la recente svolta pacifista della Lega Nord

Procrastination

Li abbiamo visti tutti i dati di IRP Marketing di Repubblica. “Il centrosinistra ha superato (dello 0,5) PDL e Lega”. Abbiamo avuto tutti lo stesso pensiero: ma che cosa ha fatto ultimamente il PD per ottenere il sorpasso? Niente. Quinto

Milano è la torta

Quella lanciata da Giorgio Napolitano contro i disgustosi manifesti del candidato della Moratti è una sassata dura, precisa, micidiale. Stefania Craxi che invita Berlusconi a ritirarsi invece è un mattoncino che si sbriciola: non sarà molto, però corrisponde a una

Buffalo Soldiers

Buffalo Soldiers

La Lega propone un esercito regionale. Dopo la sua istituzione, visto però che non riuscirà ad arruolare abbastanza giovani del Nord dovrà affidarlo agli immigrati. Nella foto il reparto di Buffalo Soldiers di Bergamo.