diritti umani

Le Filippine con Duterte

Le Filippine con Duterte

Da quando è stato eletto presidente più di 400 persone sono morte in sommarie operazioni della polizia o di cittadini auto-organizzati

Rifugiati

Sulla questione dell’ex ambasciata somala interviene l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite sui Rifugiati (UNHCR), chiedendo a Comune e Prefettura di intervenire. Questo è uno dei cinque punti di “accoglienza informale” (solo da noi), e negli altri, come il binario 15

Cosa succede nell’ex ambasciata somala

Ci sono 140 persone che vivono in condizioni disumane, assiepate in un garage e nei locali dell’ex ambasciata somala. Hanno tutte un permesso di soggiorno come rifugiati, ma dai vari centri di accoglienza sono state indirizzate lì, a via dei

La festa di Caposud

Che cos’è Caposud? Una rivista che parla del sud del mondo, scritta da una rete di corrispondenti locali. I temi in particolare sono politica internazionale, cooperazione e sviluppo, popoli e culture. Quale luogo migliore, per celebrarne un anno di vita,

Dove mettere le auto

C’è qualcosa di strano in certi accanimenti contro la realizzazione dei parcheggi. Dico, i parcheggi, in certe zone come i Parioli nel caso in questione, uno si immagina che i cittadini si gettino a baciare i piedi di quelli che

Cado dalle nubi

Segno dei tempi, le manifestazioni iniziano ad arrivare in Vaticano. Non è certo la prima volta che avviene, se ne ricorda una imponente quando Jörg Haider aveva regalato l’abete natalizio al Papa. Questa volta a manifestare sono state vittime, provenienti

Si può morire dentro

Come dice Giovanni Bianconi in questo intervento sul Corriere, la vicenda di Stefano Cucchi è una storia che riguarda tutti noi, e che va oltre gli episodi di malasanità e violenza. È la storia dell’eventualità che una persona entri in

Che si dice a Roma?

Una rubrica per chi, messo alle strette, si trova a dover rispondere alla fatidica domanda Due settimane molto intense, su vari fronti, così come intensa è sempre la vita cittadina. Noi qui abbiamo fretta, camminiamo veloce e non abbiamo tempo

Pena Capitale

In nome di qualche miliardo di euro in più di scambi commerciali, abbiamo venduto il Colosseo. Abbiamo venduto il simbolo dell lotta alla pena di morte allo stato con il più alto numero di esecuzioni al mondo. Niente sarà più

Più comunisti di noi

Ma al premier cinese Wen Jiabao in visita, glielo avranno detto che quando un condannato a morte viene graziato o un paese elimina la pena di morte, noi illuminiamo il Colosseo di verde? No, perché se nessuno lo fa (aggiornamento)