(IlPost)

21 articoli del Post da recuperare ora che dovete stare a casa

Una raccolta di grandi storie, spiegoni, ritratti e altre curiosità che potrebbero esservi sfuggite

(IlPost)

In questi giorni passati a casa per contenere il contagio del coronavirus (SARS-CoV-2) potete leggere un po’ di libri lunghi o che mettono di buon umore, giocare con i bambini e anche tra adulti, curare le piante, ascoltare qualche audiolibro o recuperare qualche vecchio articolo del Post, che magari vi siete persi o che vi eravate messi da parte finendo per non leggere più.

Di seguito ne abbiamo raccolti 21 ancora attuali e che sono piaciuti particolarmente a voi o a noi della redazione: consigli di travestimenti da una spia, uno spiegone sul singhiozzo e uno sulle scene di sesso nei film, biografie musicali, isole invase dalla cocaina e istruzioni su come distinguere giaguari, leopardi e ghepardi.

L’isola invasa dalla cocaina
Nel 2001 un trafficante di droga italiano ebbe un guasto al suo yacht e ne abbandonò il carico – di 700 chili di cocaina venezuelana quasi pura – in una grotta di São Miguel, un’isola portoghese delle Azzorre con 140 mila abitanti. L’idea era tornare a recuperarla una volta riparato il guasto ma qualcosa andò storto e il giorno dopo lungo le coste dell’isola apparve una miriade di sacchetti di cocaina trascinati dalla corrente. Da qui iniziano due storie: quella di un’indagine su un narcotrafficante internazionale e quella sull’impatto che almeno 200 chili di cocaina ebbero sulla vita dell’isola, con racconti difficili da verificare su come venne usata come normale valuta di scambio e su chi la usava per cucinare al posto della farina e dello zucchero.

110 anni fa, di notte, si illuminò il cielo
Nella notte del 30 giugno del 1908 ci fu una gigantesca e misteriosa esplosione nell’atmosfera terrestre, che fu poi chiamata “l’evento di Tunguska”. Fece cadere 80 milioni di alberi in Siberia, illuminò l’Europa e il tremore del suolo che provocò fu registrato da numerose stazioni sismiche europee e asiatiche. Da allora sono state prodotte più di mille ricerche scientifiche per comprenderne la causa – si parla di un asteroide, una cometa, un’esplosione di gas naturale – ma nessuna è riuscita a spiegarla con certezza.

Alberi piegati e abbattuti dall’evento di Tunguska del 1908 – Siberia, Russia (AP Photo)

Come sono fatte le piante delle cose che mangiamo
Sapete com’è fatta la pianta di un ananas? Non è un albero. E il pepe, sapreste riconoscerlo quando è attaccato alla sua pianta? E che le arachidi crescono sottoterra lo sapevate? E i cavoletti di Bruxelles? Questi e altri esempi di cose che mangiamo di frequente, talvolta quotidianamente, e di cui probabilmente molti ignorano le sembianze di quando sono ancora attaccate alle piante.

(Cliff via Flickr)

Storie di titoli tradotti o traditi
Il titolo originale di molti libri stranieri è diverso da quello con cui li conosciamo in italiano: scegliere il titolo di un libro non è infatti semplice ed è fondamentale che sia efficace e interessante anche nella lingua in cui è tradotto. Oggi le case editrici sono più rispettose ma un tempo tendevano a cambiarli radicalmente: è così che The Catcher in the Rye è diventato Il giovane Holden, The importance of being Earnest ha ricevuto titoli diversi mentre I Conformisti fu il primo titolo italiano di Revolutionary Road.

La rapina di via Osoppo
La mattina del 27 febbraio 1958 ci fu una rapina in via Osoppo, a Milano. Senza sparare un colpo, alcuni uomini assaltarono un furgone portavalori della Banca Popolare di Milano che trasportava più di 500 milioni di lire e scapparono. La rapina durò un paio di minuti davanti agli occhi stupefatti dei passanti che a malapena capirono cosa stesse succedendo; uno dei banditi fece a voce il suono di un fucile che spara: «TA TA TA TA TA TA». Fu, scrisse all’epoca il Corriere della Sera, «la più sensazionale rapina che la cronaca milanese abbia mai registrato».

(@Archivi Farabola /ANSA)

Buone ragioni per litigare a tavola
Molti piatti tradizionali italiani si chiamano allo stesso modo ma vengono preparati con ingredienti e procedure diverse, soprattutto da regione a regione. Questo ha fatto nascere litigi, rancori e rivalità che qui cerchiamo di rintuzzare: il vero ragù è bolognese o napoletano? chi ha inventato la parmigiana? e i taralli? E se dite stracciatella a un pugliese e a un romano, vi portano la stessa cosa?

(Dal film Io sono l’amore)

«Dica in tribunale che amo mia moglie»
La storia di Mildred e Richard Loving, che nel luglio del 1958 furono la prima coppia mista – lui bianco, lei nera – a sposarsi negli Stati Uniti nonostante all’epoca i matrimoni tra neri e bianchi fossero vietati dalla legge in 17 stati americani. Furono loro a far cancellare quelle leggi dopo una lunga battaglia processuale terminata nel 1967.

La copertina del libro The Lovings: An Intimate Portrait, del fotografo Grey Villet (Princeton Architectural Press)

Le bestemmie sono illegali?
In alcuni paesi al mondo bestemmiare non è un reato, in altri è punibile con la pena di morte; in alcuni la legislazione parla esplicitamente di bestemmie, in altri di “insulti religiosi” o di blasfemia. In Italia chi bestemmia vìola una legge dello Stato e può dunque essere punito: ci sono però dei requisiti perché la bestemmia possa essere riconosciuta come tale. Uno spieghino su cos’è una bestemmia, cosa prevede la legge in Italia, quali sono le eccezioni e cos’è il vilipendio.

La statua della Madonna Pellegrina di Fatima (ANSA)

Storia delle copertine
Per i primi tre secoli dalla loro comparsa, i libri non avevano copertine ed erano venduti nudi, rilegati in fascicoli. Le cose cambiarono a fine Settecento e in particolare nell’Ottocento, quando nacque l’editoria industriale: i libri iniziarono a essere letti sempre da più persone e quindi stampati in migliaia di copie, si sviluppò l’esigenza di proteggerli e poi di diversificarli e attirare gli sguardi del pubblico.

l numero del luglio 1874 illustrato da Aubrey Beardsley del trimestrale The Yellow book, considerato l’inizio delle copertine moderne

Tutto quello che sapete sull’imene è falso
“L’imene si lacera alla prima penetrazione”, “l’imene causa un sanguinamento durante il primo rapporto sessuale”, “la presenza dell’imene è garanzia di verginità”: sono solo alcune delle false credenze che circolano intorno a questa parte del corpo femminile sulla quale moltissime donne e moltissimi uomini hanno idee piuttosto vaghe.

(IlPost)

Jay-Z ha portato l’hip hop ovunque
Ritratto di uno dei più famosi rapper al mondo: ha inciso alcuni dei dischi più venduti della storia dell’hip hop, ha costruito un impero imprenditoriale, ha formato con la moglie Beyoncé la coppia più potente dello show business americano e ha reso definitiva la trasformazione del rap da musica della comunità urbana afroamericana a fenomeno globale. Tutto iniziò il 4 dicembre del 1969, quando Shawn Corey Carter nacque in una famiglia povera e piena di problemi che abitava nelle Marcy Houses, un complesso di case popolari a New York.

(Gustavo Caballero/Getty Images)

Perché i cinesi non mangiano il formaggio
Molti cinesi sono intolleranti al lattosio, inoltre in passato i latticini erano associati alle popolazioni nomadi e che vivevano ai margini della società. Per questo in Cina non ci sono un’industria e una tradizione del formaggio ma le cose stanno cambiando negli ultimi anni. La nuova classe medio-alta ha infatti introdotto i formaggi a tavola come una prelibatezza rara ed esotica, a partire da quelli stagionati che sono più facili da digerire e più vicini ai sapori fermentati cinesi. Il formaggio che la maggior parte dei cinesi assaggia per la prima volta e che continua a mangiare di più è però la mozzarella nella pizza: ha un grande successo e sta ridefinendo i gusti dei cinesi abituandoli ai latticini.

(China Photos/Getty Images)

Il fantasma di Zappolino
Nell’aprile del 1978 uno sconosciuto professore universitario bolognese, Romano Prodi, raccontò a un alto funzionario della DC che sapeva dov’era tenuto prigioniero Aldo Moro, il presidente della DC rapito dalle Brigate Rosse due settimane prima. L’aveva scoperto durante una seduta spiritica avvenuta a Zappolino, un comune poco fuori Bologna: erano stati degli spiriti a rivelare a lui e ai presenti – 12 persone che negli anni successivi sarebbero diventate presidenti del Consiglio, ministri, viceministri o presidenti di importanti società pubbliche – che si trovava a Gradoli, un paesino vicino Viterbo. La segnalazione fu presa seriamente ma la polizia a Gradoli non trovò nulla. Due settimane dopo la polizia scoprì per caso l’appartamento dove viveva Mario Moretti, uno dei carcerieri di Aldo Moro: si trovava a Roma, in via Gradoli.

(@Archivi Farabola /ANSA)

Le 60 parole dietro le guerre degli Stati Uniti degli ultimi 17 anni
Da dove viene la Authorization for Use of Military Force (AUMF), la legge approvata dopo gli attacchi dell’11 settembre che concedeva al presidente degli Stati Uniti, allora George W. Bush, i poteri necessari per attaccare i responsabili degli attentati, chiunque fossero, senza passare per l’approvazione del Congresso, come prevedeva invece la normale prassi. Fu scritta in due giorni in modo rocambolesco da un avvocato con una formazione in diritto societario ed era così vaga e aperta all’interpretazione che divenne una delle più importanti basi giuridiche per molti conflitti che gli Stati Uniti combatterono negli anni successivi in giro per il mondo.

(Shaul Schwarz/Getty Images)

L’arte delle tele bianche
Quali sono le tele bianche, semplicemente bianche, che hanno fatto la storia dell’arte mondiale e perché vengono vendute per milioni di dollari alle aste: da Kazimir Malevich a Josef Albers.

Tele bianche di Robert Ryman (Google Images)

Quelli dietro al vetro
Come vivono e lavorano gli interpreti al Parlamento Europeo che, nascosti in cabine di pochi metri quadrati, traducono in tempo reale tutto quello che viene pronunciato dal vivo in sala stampa e nelle aule del Parlamento, nelle 24 lingue ufficiali dell’Unione. La maggior parte di loro conosce quattro o cinque lingue, ma non basta e bisogna spesso ricorrere a metodi poco ortodossi.

(FREDERICK FLORIN/AFP/Getty Images)

Non tutti credono ai supercentenari
Alcuni studiosi sostengono che chi supera i 110 anni di vita abbia una data di nascita sbagliata o sia un impostore. Come fu probabilmente la persona più vecchia mai vissuta, per quanto ne sappiamo: la francese Jeanne Calment, nata ad Arles nel 1875 e morta nella stessa città nel 1997, dopo una vita lunga 122 anni e 164 giorni. È probabile infatti che la donna morta nel 1997 fosse invece sua figlia Yvonne Calment, che ne avrebbe preso l’identità per non pagare le esose tasse di successione.

(Kyodo via AP Images)

Animali difficili da distinguere
Piccola guida per distinguere gli animali che confondiamo più spesso e per imparare a distinguere una volta per tutti un coccodrillo da un alligatore, un lama da un alpaca, un bufalo da un bisonte e poi leopardi, ghepardi e giaguari.

(AP Photo/Eraldo Peres – Richard Heathcote/Getty Images)

Tutto sul singhiozzo
Che cos’è, a cosa serve, perché viene, come farvelo passare e come fece un uomo a conviverci per 68 anni.
Bonus: c’è anche la gif che vi metterà di buon umore per tutta la giornata.

Cosa c’è nella borsetta della regina
Perché la regina Elisabetta II gira sempre con la sua borsetta sotto braccio? Cosa nasconde lì dentro: importanti segreti di Stato, gioielli della Corona, codici nucleari? A quanto pare, non mancano pettine, rossetto, fazzoletti e mentine.

(Hannah McKay – WPA Pool/Getty Images)

Tutto quello che avreste voluto sapere sulle scene di sesso nei film
Come funzionano le scene di sesso nei film, come vengono preparate e girate e quali precauzioni vengono prese. Le risposte passano da molte cose: complicate clausole contrattuali, «calze copri-pene», coreografi del sesso, protesi, mutande color carne e addetti agli effetti speciali che, in post-produzione, aggiungono peli pubici al computer.

(Titanic)

– Leggi anche: Le cose da sapere sul coronavirus