michele ainis

Il voto palese ad personam, no

Si può discutere se sia giusto che le camere votino a scrutinio segreto o no, ma non cambiare le regole solo per Berlusconi, scrive Michele Ainis

Contro le doppie candidature

Michele Ainis sul Corriere della Sera le definisce "un insulto alla democrazia", tornando su una delle tante anomalie della legge elettorale

E l’Italia, come la cambiate?

Michele Ainis scrive sul Corriere che finora il dibattito e le proposte concrete di riforma dei candidati alle elezioni sono stati deludenti e incerti

Un paese a pezzi

In tutti i sensi: fatto di "corporazioni e camarille, ordini e collegi, correnti giudiziarie e sindacali, che si disputano il terreno palmo a palmo", scrive Michele Ainis sul Corriere, chiedendo alla politica di cambiare corso

Non stiamo parlando di Napolitano

Non stiamo parlando di Napolitano

Michele Ainis spiega sul Corriere perché il conflitto di attribuzione sollevato sulle intercettazioni al presidente serve a definire cose più importanti di una "guerra" con la procura di Palermo

Le leggi a tempo

Michele Ainis propone una soluzione al modo "talebano" di affrontare le questioni politiche in Italia: fare leggi flessibili, provvisorie, verificabili

L’Italia contro

Per sbloccare il processo democratico incattivito e inceppato servono più referendum, scrive Michele Ainis sul Corriere

«La commite è una sciagura nazionale»

Michele Ainis critica duramente l'abitudine italiana di riempire di commi le leggi e ricorda quella volta che ne furono inseriti 1365 in un solo articolo

Il pasticcio dei voti dall'estero

Il pasticcio dei voti dall’estero

Gli italiani all'estero hanno votato sul vecchio quesito del referendum sul nucleare: Di Pietro chiede di annullare del tutto quelle schede

Vecchie regole per internet

Secondo Michele Ainis anche il caso Wikileaks può essere trattato declinando principi e norme che abbiamo condiviso finora

Di corrotti e corruttori

Michele Ainis analizza i rapporti tra legge, Costituzione e mercanteggiamento dei deputati

Una norma, una persona

Michele Ainis sulla Stampa spiega perché il futuro di questa legislatura dipende da un articolo della Costituzione, e dall'uomo che dovrà metterlo in pratica

Nelle mani degli ex

Michele Ainis sulla Stampa racconta del Paese in cui nessuna sconfitta è mai definitiva