informazione

Lasciamo i media fuori da Internet

Cosa c’è di meglio di una rissa alla Stazione Termini trasformata in attacco su base religiosa per rimpolpare la strage nello Sri Lanka? [Continua]

Per brevità detta dittatura

Per brevità detta dittatura

Ogni progetto populista vuole superare i media, ma la disintermediazione delle informazioni non è successa e probabilmente non succederà [Continua]

La verità, vi prego, sull’articolo 11

Da molti anni l’industria editoriale, in particolar modo quella delle news, ha scelto di accusare le piattaforme di rete dei propri problemi [Continua]

Facebook, l'Economist e la democrazia

Facebook, l’Economist e la democrazia

La democrazia è a rischio, probabilmente lo è, forse lo è da sempre, ma non per colpa di Facebook e dei suoi misteriosi algoritmi, ma per colpa nostra [Continua]

Come Internet ci ha divisi

Come Internet ci ha divisi

Francesco Guglieri sulle conseguenze meno ovvie, ma ormai evidenti, dell'informazione online: le disuguaglianze culturali aumentano

Il Ministro e Facebook

Il Ministro e Facebook

Ho letto con una qualche apprensione la strana intervista che il direttore de Il Foglio Claudio Cerasa ha fatto al Ministro della Giustizia Andrea Orlando [Continua]

Dobbiamo chiudere gli occhi?

Dobbiamo chiudere gli occhi?

Nel mondo in cui tutto ormai è informazione (tanto che perfino la definizione “società dell’informazione” è ormai vecchia di oltre 40 anni) si moltiplicano gli inviti a ridurla [Continua]

L'informazione non funziona

L’informazione non funziona

Dave Winer, famoso esperto di internet e tecnologia, spiega come i social network e i media tradizionali assieme ormai ci offrano solo "emozioni"

L’informazione all’incontrario

E se Twitter ti mostrasse solo i pensieri delle persone che non segui? Persone che non conosci e che probabilmente non hanno nulla a che fare con te [Continua]

Andate e indignatevi tutti

Informazione fa rima con indignazione. È uno sport che abbiamo praticato molto, almeno noi, fan dell’informazione, appassionati delle notizie che lo erano ma qualche volta anche di quelle che non lo erano. [Continua]

La televisiun

Sembra, a chi vive in Italia, che trascorrere le serate (e le mattine e i pomeriggi, in casi estremi) ad ascoltare in tv parole sulla “riforma del lavoro” (ma anche ho visto in settimana “sui puttan tour”) sia da paese normale. [Continua]

Sallusti e la rivoluzione dell’informazione

La battaglia di Sallusti continua a suscitar in me forti perplessità. Ho capito che con grande determinazione a questo punto vuole finire in galera, ma questo per la verità mi era già chiaro prima. Il Direttore aveva mille modi per

Come non parlare di una strage

Come non parlare di una strage

Dopo gli omicidi di Aurora, è ricominciato negli Stati Uniti (e non solo) il dibattito sui modi in cui i mezzi di comunicazione dovrebbero raccontare gli eventi

Vatti a fidare di Al Jazeera

Vatti a fidare di Al Jazeera

Dall'inizio delle rivolte il sito di Al Jazeera ha aumentato il suo traffico di 25 volte, soprattutto dagli Stati Uniti: che però si fidano poco