ilva

Che succede ora all'ex ILVA

Che succede ora all’ex ILVA

Nei prossimi giorni il Consiglio di Stato potrebbe decretare la chiusura dell'area a caldo dell'acciaieria di Taranto, e di conseguenza di tutto l'impianto

Invitalia acquisirà il controllo dell'ex ILVA

Invitalia acquisirà il controllo dell’ex ILVA

Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, acquisirà il controllo del ramo di ArcelorMittal che gestisce gli stabilimenti dell’ex acciaieria ILVA di Taranto. L’annuncio della firma dell’accordo fra l’agenzia controllata interamente dal ministero dell’Economia e la

I commissari straordinari dell'ILVA hanno denunciato ArcelorMittal

I commissari straordinari dell’ILVA hanno denunciato ArcelorMittal

Stamattina i commissari straordinari di ILVA, l’azienda che era proprietaria della nota acciaieria di Taranto, hanno denunciato la multinazionale ArcelorMittal per “fatti e comportamenti lesivi dell’economia nazionale” in relazione alla recente decisione della multinazionale di sciogliere il contratto con cui aveva preso

Cos'è ArcelorMittal

Cos’è ArcelorMittal

La società che minaccia di lasciare l'ILVA di Taranto è il più grande produttore di acciaio del mondo ed è controllata tramite fiduciarie e società in paradisi fiscali da uno degli uomini più ricchi del pianeta

ArcelorMittal vuole lasciare l'ILVA

ArcelorMittal vuole lasciare l’ILVA

La multinazionale che controlla l'acciaieria di Taranto vuole rescindere il contratto, accusando il parlamento di aver cambiato i patti e mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro

L'amministratore delegato della società che gestisce l'ILVA ha detto che l'impianto potrebbe chiudere a causa di una misura contenuta nel "decreto crescita"

L’amministratore delegato della società che gestisce l’ILVA ha detto che l’impianto potrebbe chiudere a causa di una misura contenuta nel “decreto crescita”

Geert Van Poelvoorde, l’amministratore delegato di ArcelorMittal Europa, la società che gestisce l’acciaieria ILVA di Taranto, ha detto oggi che l’impianto potrebbe chiudere a settembre per via di una norma contenuta nel cosiddetto “decreto crescita”, attualmente in discussione al Parlamento. Van Poelvoorde