• Italia
  • venerdì 11 Dicembre 2020

Invitalia acquisirà il controllo dell’ex ILVA

Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, acquisirà il controllo del ramo di ArcelorMittal che gestisce gli stabilimenti dell’ex acciaieria ILVA di Taranto. L’annuncio della firma dell’accordo fra l’agenzia controllata interamente dal ministero dell’Economia e la multinazionale è stata data giovedì in serata dal ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e da quello dell’Economia Roberto Gualtieri. Lo Stato ritornerà così a gestire l’ex ILVA dopo esserne uscito nel 1995 con la vendita al gruppo privato Riva.

– Leggi anche: Chi era Arcuri prima di diventare Arcuri (e il suo ruolo in Invitalia)

ArcelorMittal ha spiegato che «l’Accordo di Investimento comporterà la ricapitalizzazione di AM InvestCo, la società controllata da ArcelorMittal che ha sottoscritto il contratto di affitto con obbligo di acquisto dei rami d’azienda ILVA. Invitalia investirà in AM InvestCo in due tranche». Il primo investimento da 400 milioni di euro «sarà effettuato entro il 31 gennaio 2021 (subordinatamente all’autorizzazione antitrust dell’Unione Europea) e darà «a Invitalia il controllo congiunto su AM InvestCo».

Con un secondo investimento, fino a 680 milioni di euro e previsto entro maggio del 2022, la partecipazione di Invitalia in AM InvestCo raggiungerà il 60 per cento. Inoltre ArcelorMittal investirà fino a 70 milioni di euro «nella misura necessaria a mantenere una partecipazione del 40 per cento e il controllo congiunto della società».

(ANSA/LUCA ZENNARO)