bosnia

Radovan Karadžić ha fatto ricorso contro la condanna all'ergastolo

Radovan Karadžić ha fatto ricorso contro la condanna all’ergastolo

Radovan Karadžić, presidente della Repubblica Serba di Bosnia durante la guerra che si combatté in Bosnia tra il 1992 e il 1995, ha fatto ricorso contro la sentenza che il 20 marzo lo aveva condannato in appello all’ergastolo. Karadžić era stato giudicato colpevole

Radovan Karadžić, l'impostore

Radovan Karadžić, l’impostore

Psichiatra, politico, truffatore, criminale di guerra: la storia di Radovan Karadžić, condannato all'ergastolo per i più gravi massacri della guerra in Bosnia

Chi era Slobodan Praljak

Chi era Slobodan Praljak

L'uomo che si è suicidato ieri bevendo veleno al Tribunale internazionale dell'Aia era stato un intellettuale, un regista e un politico, oltre che un criminale di guerra

Com'è Srebrenica oggi

Com’è Srebrenica oggi

Adriano Sofri racconta su Repubblica i molti problemi – e qualche primo cambiamento – della città della Bosnia dove nel 1995 i serbo-bosniaci uccisero più di ottomila musulmani

Cosa fu il massacro di Srebrenica

Cosa fu il massacro di Srebrenica

È stata la strage più grave in Europa dalla fine della Seconda guerra mondiale, fu compiuta dalle milizie serbo-bosniache praticamente davanti ai soldati dell'ONU

I nazionalisti sono avanti in Bosnia

I nazionalisti sono avanti in Bosnia

I partiti etnici di musulmani, serbi e croati sono in vantaggio per la presidenza tripartita del paese, che funziona in modo piuttosto complicato

Si vota in Bosnia ed Erzegovina

Si vota in Bosnia ed Erzegovina

Un paese diviso, in una brutta situazione economica e con uno dei sistemi politici più complicati del pianeta (per dire: oggi si eleggono tre presidenti)

La difesa di Radovan Karadžić

La difesa di Radovan Karadžić

L'ex presidente della repubblica serbo bosniaca sarà giudicato nei prossimi mesi all'Aja: e in questi giorni ha di nuovo respinto le accuse di genocidio e si è detto "amico dei musulmani"

Chi simula di più ai Mondiali

Chi simula di più ai Mondiali

Un'istruttiva classifica del Wall Street Journal mostra quali squadre sono più inclini a perdere tempo fingendo infortuni