kirghizistan

Si è dimesso il presidente del Kirghizistan

Si è dimesso il presidente del Kirghizistan

Il presidente del Kirghizistan Sooronbai Jeenbekov si è dimesso giovedì dopo che le manifestazioni di protesta nel paese avevano portato all’annullamento delle ultime elezioni politiche del 4 ottobre e alle dimissioni del primo ministro Kubatbek Boronov. Jeenbekov è il terzo presidente

Che succede in Kirghizistan

Che succede in Kirghizistan

Dopo le proteste di lunedì e l'annullamento delle elezioni, il primo ministro si è dimesso e il presidente Jeenbekov ha detto di essere pronto a fare lo stesso

Kirghizistan, dichiarato stato emergenza dopo proteste in miniera

Kirghizistan, dichiarato stato emergenza dopo proteste in miniera

Barskon (Kirghizistan), 31 mag. (LaPresse/AP) – Il presidente del Kirghizistan, Almazbek Atambayev, ha dichiarato lo stato di emergenza nella regione in cui è situata la miniera Kumtor, gestita dalla compagnia canadese Centerra Gold, dopo che circa duemila persone hanno manifestato

Kirghizistan, non è finita

Kirghizistan, non è finita

La ricostruzione del Wall Street Journal: il conto dei morti arriva a 2000, e niente è successo per caso

"Dieci volte tanto"

“Dieci volte tanto”

Secondo la presidente del Kirghizistan, il numero delle vittime degli scontri etnici potrebbe superare di molto le stime ufficiali

Le facce degli uzbeki

Le facce degli uzbeki

Chi sono le migliaia di persone - moltissime donne, vecchi e bambini - costrette con la violenza a fuggire dal Kirghizistan

In soccorso del Kirghizistan

In soccorso del Kirghizistan

Centomila profughi in fuga. L'ONU propone un corridoio d'aiuti, mentre la coalizione dei paesi ex sovietici discute se intervenire