diritto all’oblio

Si fa presto a dire diritto all’oblio

Si fa presto a dire diritto all’oblio

Domani la Corte di giustizia dell'Unione Europea deciderà su due casi che potrebbero complicare ulteriormente la vita ai giornali e a Google: i precedenti non sono incoraggianti

La donna che morì due volte

La donna che morì due volte

Lei preferiva le pose statuarie per mettere in evidenza la raffinata bellezza del suo collo e per non scomporre le sue leggendarie pettinature [Continua]

BBC non dimentica

Tempo fa paragonavo la parte di rete che frequentiamo (il nostro blog, la nostra pagina su FB ecc.) al giardino di casa nostra [Continua]

Il dovere del ricordo

Nel Paese in cui tutti si sono rapidamente innamorati del diritto all’oblio è probabilmente normale che nessuno abbia alzato la voce sugli effetti della chiusura di Friendfeed [Continua]

Oblio e politica: un amore di retroguardia

I nostri parlamentari. Lo vorrebbero ovunque, come la rucola negli anni 90 e come certi aceti balsamici da grande magazzino sul gelato e sull’insalata [Continua]

Le future reticenze di Google

Se ti impongono di fare una cosa stupida nella convinzione che sia una cosa saggia e dovuta, tu falla, così che ci si accorga della stupidità imposta. Così devono aver ragionato a Google dopo la Sentenza della Corte di Giustizia

Il diritto all’

Lascio a più Eruditi Teorici Novecenteschi le valutazioni sui principi e le civiltà salvate dalla sentenza della corte Europea nei confronti di Google sul cosiddetto “diritto all’oblìo” [Continua]

Una sentenza da dimenticare

Trovo la sentenza della Corte di Giustizia nel caso González/Google sui motori di ricerca e sul mitico diritto all’oblio una delle pagine peggiori della storia giudiziaria di internet [Continua]

Il dovere all’oblio del PD

Ho letto infine la famosa bozza del disegno di legge che Alessandra Moretti e un cospicuo manipolo di deputati del PD ha intenzione di presentare in Parlamento e che per ora vive solo nella comunicazione sui media della Moretti stessa

Dimenticami: c’è il copyright sui miei dati

Come titolo di un romanzo “Il diritto di esser dimenticati” può esser intrigante; anche come incipit di un saggio filosofico. Letto nella titolazione di un articolo di legge -il 17 della proposta del nuovo regolamento europeo sulla privacy- qualcosa stona.