Geert Wilders vota ad Amsterdam (EPA/BART MAAT/Ansa)

Le elezioni europee iniziano oggi

Si vota nel Regno Unito e nei Paesi Bassi, domani è il turno di Irlanda e Repubblica Ceca, sabato di Slovacchia, Lettonia e Malta, tutti gli altri voteranno domenica

Geert Wilders vota ad Amsterdam (EPA/BART MAAT/Ansa)

Oggi iniziano le elezioni europee: sono più di 360 milioni i cittadini europei che potranno votare, da qui a domenica 26 maggio. I primi saranno gli olandesi e i britannici, che voteranno oggi. Domani, venerdì 25 maggio, sarà il turno di irlandesi e cechi (in Repubblica Ceca i seggi rimarranno aperti fino al giorno dopo). Sabato si vota in Lettonia, Malta e Slovacchia, e domenica in tutti gli altri paesi. In Italia si vota domenica dalle 7 alle 23.

Gli spogli inizieranno nei singoli paesi alla chiusura dei seggi, ma i risultati saranno tenuti segreti fino a domenica dopo le 23, cioè l’orario in cui si chiuderanno i seggi in Italia. Le prime proiezioni sulla composizione del prossimo Parlamento Europeo inizieranno ad uscire verso la 20, ma saranno basate sugli exit poll dei paesi che avranno già chiuso i seggi e di quelli che votano fra venerdì e sabato: dati più realistici saranno a disposizione intorno a mezzanotte.

Nei Paesi Bassi i seggi sono aperti dalle 7.30 e chiuderanno alle 21. Secondo gli ultimi sondaggi – qui c’è la guida completa alle elezioni nel paese – se la giocano il partito del primo ministro Mark Rutte e Forum per la Democrazia (FvD), un nuovo partito di estrema destra conservatore ed euroscettico che tra le altre cose chiede l’uscita del paese dall’Unione Europea. I primi exit poll dovrebbero essere diffusi stasera alle 20.30.

Thierry Baudet, leader di Forum per la Democrazia (FvD), vota a Amsterdam
(AP Photo/Peter Dejong)

Nel Regno Unito invece si vota dalle 7 alle 22 (dalle 8 alle 23 ora italiana). Ci si aspetta un’affluenza molto bassa, in gran parte perché il paese sta cercando di uscire dall’Unione da tre anni, senza riuscirci. Gli ultimi sondaggi prevedono che andrà particolarmente male al partito che controlla la maggioranza di governo, cioè i Conservatori, e molto bene per il Brexit Party di Nigel Farage e i Liberal-Democratici, l’unico partito realmente europeista. Non è chiaro se alla chiusura dei seggi verranno diffusi exit poll: lo scrutinio inizierà soltanto alle 23 di domenica, in contemporanea con la maggior parte dei paesi europei.

Leggi anche:
– Tutti i candidati italiani alle elezioni europee
– I programmi dei partiti italiani per le elezioni europee
I test per capire chi votare alle europee
– La classifica dei parlamentari europei più influenti di questa legislatura
– La guida alle elezioni europee in FranciaRomaniaAustriaIrlandaGermaniaPortogalloLussemburgo, Malta, Belgio

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.