marco pannella

Il caso Radio Radicale

Il caso Radio Radicale

Il governo ha annunciato che non rinnoverà la convenzione che esiste da 25 anni, rischiando così di far chiudere la storica radio del Partito Radicale

Perché i Radicali sono implosi

Perché i Radicali sono implosi

A meno di un anno dalla morte di Marco Pannella, il partito si è diviso sulla complessa eredità materiale e politica del suo storico leader

I Radicali hanno sfrattato i Radicali

I Radicali hanno sfrattato i Radicali

I Radicali Transnazionali (quelli di Pannella, per semplificare) hanno deciso che i Radicali Italiani (quelli di Bonino, per semplificare) non potranno più usare la sede di Roma

«Cosa vuoi da me?»

«Cosa vuoi da me?»

Una prefazione di Marco Pannella a un libro del 1973, che racconta molto di chi fosse: per quello che dice e per come lo dice

La foto di Pannella

Circola in questi giorni un'immagine di Marco Pannella, seduto in un ristorantino all'aperto, a Roma [Continua]

I 12 referendum dei Radicali

I 12 referendum dei Radicali

Alcuni riguardano la giustizia, altri i diritti civili: le firme si possono raccogliere fino a settembre, il PdL ha detto che ne sosterrà alcuni

Sul mobbing mediatico

Che bello, hanno tutti ragione. Ha ragione Valerio Onida quando dice che lo scherzo telefonico che gli hanno fatto quelli della Zanzara, fingendo di essere Margherita Hack, è contro la legge perché i due hanno reso pubblica una conversazione privata.

Paura di votare

Improvvisamente, non hanno più fretta. Non so che cosa Ghisleri abbia detto a Berlusconi, in ogni caso lui deve essersi convinto che passando giorni interi davanti alle telecamere di qualsiasi rete tv (Santoro compreso: evidente l’interesse per il pubblico grillino)

Uno, nessuno e i Radicali

Non siate schematici, non cadete nell’errore di quei buzzurri che dal caso Papa-Tedesco hanno tratto conclusioni affrettate. Allora. I Radicali si battono storicamente contro la carcerazione preventiva, ergo, mercoledì scorso, hanno votato a favore della carcerazione preventiva per Alfonso Papa.

La rivoluzione è una cosa seria

È trascorsa, assai rapidamente, la mia prima settimana in Tunisia. L’entusiasmo per questa nuova esperienza rimane alto, sebbene abbia già avuto diversi assaggi di quanto lente procedano le cose. Da mercoledì scorso è entrato in vigore l’orario di lavoro estivo

Gente di cui Alfano si è dimenticato andando via

Nel nostro Paese ci sono emergenze che meritano la prima pagina e ci sono emergenze non meno gravi che, con rare quanto lodevoli eccezioni, proprio non riescono a trovare attenzione. È comprensibile che i cumuli di immondizie sulle strade di

Sulla giustizia ha ragione Marco Pannella

Milioni di processi penali che si trascinano per decenni. 200 mila prescrizioni ogni anno. Un solo politico che chiede giustizia. Vittime di reato che nei tribunali non ricevono risposte. Imputati colpevoli, che vengono condannati ad anni e anni di distanza