giovani

Il problema dei giovani in Italia, in cifre

Il problema dei giovani in Italia, in cifre

Il record italiano di giovani che non studiano e non lavorano e altri numeri inquietanti sulla "questione generazionale" dall'ultimo rapporto della Commissione europea

Chi è che sta sempre meglio in Italia?

Chi è che sta sempre meglio in Italia?

Anche nel 2016 gli anziani sono diventati un po' più ricchi dell'anno prima, dice l'ISTAT: e se si guarda agli ultimi vent'anni è ancora più evidente

La risposta di Carla Cantone

Carla Cantone, segretario generale del sindacato SPI-CGIL, mi invia alcune considerazioni in risposta al mio post La cantonata del povero ma felice (cornuto e mazziato) in cui rilevavo come nei toni apparentemente neutri di un suo intervento a Ballarò si

La repubblica delle nonne e gli illusi di Gramellini

Gramellini oggi commenta opportunamente il dato inquietante secondo il quale il 28% delle persone tra i 35 e i 40 anni ha bisogno di un aiuto economico dei genitori. Quando parlavo, tempo fa, di “repubblica delle nonne” mi riferivo proprio

Cosa sono le cose.

Questa settimana: in esergo un tweet di @carmencen, la fotografia di @giusynicosia e la riflessione di DAVRO. “Le #cose si rompono”. Pronunciare questa frasemi è costato molto e ho pagato, sia la frase che la cosa. Cose. In italiano più che

I dati del Censis sul lavoro giovanile e i “mammoni”

Flavia Amabile ha intervistato per la Stampa il direttore generale del Censis, Giuseppe Roma, che ha affrontato il tema del lavoro giovanile in Italia confrontandolo con quello degli altri Paesi europei. Stavolta l’analisi è: «Noi italiani siamo fermi al posto

Mamme tigri e papà orsetti

Antonio Polito sul Corriere della Sera fa un interessante predicozzo ai genitori, anzi, ai "sindacalisti della prole"

Le pensioni del futuro

I risultati di uno studio dell'INPS fanno dire al Corriere della Sera che "la situazione previdenziale dei giovani non è drammatica come sembra"

I trentenni scoraggiati

I dati della Banca d'Italia sull'esclusione di una generazione dalla crescita economica e su quelli che ce la fanno

Gli amici di Ryan

Ryan McGinley fotografa i suoi amici. Da sempre. E i suoi amici sono spesso musicisti, skateboarders, writers, artisti. Lui ha 34 anni ed ha cominciato a scattare a 20. I soggetti non sono cambiati; con il tempo ha imparato a

«A Roma non ci sarò»

«A Roma non ci sarò»

Lo studente che aveva raccontato sul Post gli scontri di Roma racconta "i giovani" secondo lui