antiberlusconismo

Finiamola qui, con Berlusconi

Finiamola qui. Chiudiamola oggi, la guerra civile a bassa intensità. Tiriamo un segno nel giorno in cui Berlusconi riceve l’assoluzione che gli premeva di più, perché secondo lui gli restituisce l’onore e perché smonta l’ipotesi accusatoria non di magistrati qualunque

Le differenze culturali

L’editoriale di oggi di Ezio Mauro su Repubblica è illuminante – ce ne fosse bisogno – sulla alienazione nel pensiero di una parte di sinistra italiana che ha deciso di essere antiberlusconiana prima che di sinistra e prima che itali...

Meno male che Silvio c’è

Oggi ho ascoltato gli ennesimi commenti su “certo che bisogna ammettere Berlusconi è bravo”, diventati la versione 2000 delle sventate lodi che la sinistra ha tessuto per decenni nei confronti di Andreotti. Ed è normale, attribuire straordinarie capacità all’avversario è … Continua a leggere

Salve, lascio il PD

Salve, sono Giovanni Robertini, ho 35 anni e vorrei chiedere alla vostra segreteria l’annullamento della mia tessera del PD. Non intendo più sostenere, votare né interessarmi delle questioni di un Partito che non mi rappresenta più. Provo a sintetizzare in

L’ologramma di Asor Rosa

Non combattiamo questa guerra. Neanche ci inoltriamo in un campo segnato dalle trincee scavate da Giuliano Ferrara in difesa di Berlusconi e battuto dai cannoni di bronzo della gerontocrazia progressista. C’è qualcosa di inquietante e cupo, nell’idea che i protagonisti

«Sono stato villano»

Giuliano Ferrara risponde a Ezio Mauro che gli aveva risposto ieri, sul Palasharp eccetera

L’alternativa a forza di tendoni

Berlusconi questa volta ha fatto davvero un miracolo italiano: ha prodotto la nascita di un nuovo movimento. Mentre i partiti d’opposizione, ancora imbambolati dalla sconfitta elettorale, litigavano tra loro, deboli e indecisi a tutto, i cittadini hanno trasformato l’indignazione per gli attacchi del governo contro la democrazia in nuove forme di organizzazione: i girotondi attorno [...]

Tautologia

Sembra che i sondaggisti stiano rilevando una cosa incredibile che nemmeno WikiLeaks. Pare che gli elettori di destra, in Italia, siano berlusconiani. Irredimibili. E che preferiscano stare con lui o, al massimo, con i suoi alleati più stretti che con