I convocati dell’Egitto per i Mondiali

Per il ritorno ai Mondiali dopo 28 anni, l'allenatore Hector Cuper si affida ai giocatori di Premier League, tra cui Mohamed Salah

La maglia dell'Egitto per i Mondiali (FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

La federazione calcistica egiziana (EFA) ha comunicato la lista definitiva dei 23 giocatori convocati dall’allenatore argentino Hector Cuper per i Mondiali di calcio, che si terranno in Russia dal 14 giugno al 15 luglio. Dopo l’infortunio nella finale di Champions League, si era temuto che Mohamed Salah, il giocatore più importante dell’Egitto e uno dei più attesi in Russia, avesse potuto saltare i Mondiali: ma invece ci sarà e dovrebbe guarire giusto in tempo per l’esordio della squadra, in programma venerdì 15 giugno a Ekaterinburg contro l’Uruguay (anche se potrebbe non giocarla comunque, per precauzione). Ci saranno anche gli altri tre giocatori più importanti della squadra: Mohamed Elneny, centrocampista dell’Arsenal, e la coppia dei difensori del West Bromwich, Ahmed Hegazy e Ali Gabr.

I 23 convocati dell’Egitto:

Portieri
El-Hadary (Al Taawoun), Ekramy (Al Ahly), El-Shenawy (Al Ahly)

Difensori
Fathy (Al Ahly), Elmohamady (Aston Villa), Abdel-Shafy (Al Fateh), Hegazy (West Bromwich), Gaber (Los Angeles FC), Gabr (West Bromwich), Samir (Al Ahly), Ashraf (Al Ahly), Hamdy (Zamalek)

Centrocampisti
Elneny (Arsenal), Said (KuPS), Shikabala (Al Raed), Hassan (Kasimpasa), Sobhi (Stoke City), Hamed (Zamalek), Warda (Atromitos), Morsy (Wigan)

Attaccanti
Salah (Liverpool), Mohsen (Al Ahly), Kahraba (Zamalek)

 

Le liste, definitive o ancora provvisorie, delle altre Nazionali:
🇧🇷 Brasile🇦🇷 Argentina, 🇭🇷 Croazia🇵🇹 Portogallo🇩🇪 Germania,
🇺🇾 Uruguay🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿 Inghilterra🇫🇷 Francia🇧🇪 Belgio🇷🇸 Serbia🇳🇬 Nigeria,
🇲🇽 Messico, 🇯🇵 Giappone, 🇷🇺 Russia, 🇪🇬 Egitto

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.