I convocati dell’Inghilterra per i Mondiali

Gareth Southgate ha comunicato la lista definitiva: sono stati esclusi il portiere Joe Hart e il centrocampista Jack Wilshere

(FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

La federazione calcistica inglese (FA) ha comunicato (con questo bel video) la lista definitiva dei 23 giocatori convocati dall’allenatore Gareth Southgate per i Mondiali di calcio, che si terranno in Russia dal 14 giugno al 15 luglio. Come previsto, Southgate non ha convocato l’ex portiere del Torino Joe Hart e il centrocampista dell’Arsenal Jack Wilshere. Quest’ultimo non è nemmeno stato rimpiazzato da Jonjo Shelvey del Newcastle, considerato il miglior regista a disposizione: la scelta ha suscitato qualche perplessità. È rimasto fuori anche Adam Lallana, trequartista del Liverpool, inserito tra le riserve insieme a Tom Heaton, James Tarkowski, Lewis Cook e Jake Livemore. Tutti i convocati giocano nel campionato inglese e il capitano sarà Harry Kane, attaccante del Tottenham di 24 anni che diventerà il più giovane ad aver mai capitanato la nazionale inglese.

I 23 convocati dell’Inghilterra:

Portieri
Butland (Stoke City), Pickford (Everton), Pope (Burnley)

Difensori
Cahill (Chelsea), Walker (Man City), Trippier (Tottenham), Stones (Man City), Maguire (Leicester), Jones (Man United), Rose (Tottenham), Young (Man United), Alexander-Arnold (Liverpool)

Centrocampisti
Henderson (Liverpool), Dier (Tottenham), Delph (Man City), Loftus-Cheek (Crystal Palace), Alli (Tottenham), Lingard (Man United), Sterling (Man City)

Attaccanti
Kane (Tottenham), Vardy (Leicester), Welbeck (Arsenal), Rashford (Man United)

 

Le liste, definitive o ancora provvisorie, delle altre Nazionali:
🇧🇷 Brasile🇦🇷 Argentina, 🇭🇷 Croazia🇵🇹 Portogallo🇩🇪 Germania,
🇺🇾 Uruguay🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿 Inghilterra🇫🇷 Francia🇧🇪 Belgio🇷🇸 Serbia🇳🇬 Nigeria,
🇲🇽 Messico, 🇯🇵 Giappone, 🇷🇺 Russia, 🇪🇬 Egitto

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.