david foster wallace

Infinite Jest ha 20 anni

Infinite Jest ha 20 anni

La storia del libro più importante e discusso di David Foster Wallace, lungo più di mille pagine: tra qualche giorno ne parlerà anche un film molto atteso

Non scrivere di me

Non scrivere di me

La giornalista Livia Manera Sambuy racconta in un libro i suoi incontri con scrittori americani: in questo estratto, quello con David Foster Wallace in un McDonald's

Recensioni brevissime di libri difficili (8)

Don Chisciotte della Mancia, di Miguel de Cervantes Saavedra Un pazzo che decide di impazzire è l’unico savio, perché sa che la realtà è menzogna. Don Chisciotte è un personaggio che diventa un personaggio e perde il senno per dei libri

Recensioni brevissime di libri difficili (3)

Infinite Jest, di David Foster Wallace. Un mondo leggermente più estremo di questo, creato da un bravissimo autore che cattura per molte pagine – ma non tutte. L’antipatia di mettere centinaia di note in fondo a un libro con più

David Foster Wallace e a cosa pensare quando si scrive

David Foster Wallace e a cosa pensare quando si scrive

L’editore Minimum Fax ha pubblicato Un antidoto contro la solitudine, un’antologia di interviste a David Foster Wallace pubblicate durante la sua breve carriera di scrittore (Wallace si è ucciso a 46 anni, nel 2008). In un’intervista del 1996 a Laura

This Is Water di David Foster Wallace

This Is Water di David Foster Wallace

Negli ultimi giorni circola molto online un video creato dal sito di grafica The Glossary e ispirato a un celebre discorso dello scrittore statunitense David Foster Wallace, tenuto il 21 maggio 2005 a un gruppo di neolaureati del Kenyon College

Le differenze tra Lynch e Tarantino

«A Quentin Tarantino interessa guardare uno a cui stanno tagliando un orecchio; a David Lynch interessa l’orecchio» (David Foster Wallace, dal saggio David Lynch non perde la testa, in Tennis, tv, trigonometria, tornado, 1999)

Federer come esperienza religiosa

Nel giugno 2006, tra le 40.000 persone che quotidianamente si recarono a Wimbledon, ci fu anche David Foster Wallace in qualità di inviato di “Play”, supplemento sportivo del New York Times. L’articolo/saggio, incentrato sui gesti di Roger Federer e sulla