Larry, il gatto del 10 di Downing Street, la residenza del primo ministro britannico, sotto un albero di Natale, il 16 dicembre 2019 (Chris J Ratcliffe/Getty Images)

Un regalo di Natale al giorno: -4

Manca poco: finché siete ancora in tempo potete farvi un'idea di quello che vorrebbero i lettori del Post

Larry, il gatto del 10 di Downing Street, la residenza del primo ministro britannico, sotto un albero di Natale, il 16 dicembre 2019 (Chris J Ratcliffe/Getty Images)

C’è stato un tempo in cui il Post aderiva senza tentennamenti alla “mozione Flanagin”, dal nome di un giornalista americano contrario allo scambio di regali tra adulti. Poi ci siamo gradualmente addolciti e da qualche anno, quando arriva dicembre, ci spremiamo le meningi per dare qualche idea a chi i regali di Natale ama farli (o deve farli, un po’ costretto dalle circostanze). Quindi, ecco un regalo di Natale al giorno: per un mese, fino al 24 dicembre, vi suggeriamo un oggetto che si possa acquistare facilmente online e senza aspettare troppo. Uno solo al giorno, per non impegnarvi troppo: se può funzionare per qualcuno che conoscete, cliccate, comprate, e risolto. Se no ci riproviamo il giorno dopo.

I regali che vorrebbero i lettori del Post
Mancano quattro giorni a Natale e già su alcuni siti non si fa più in tempo ad acquistare cose che arrivino in tempo per finire sotto l’albero. Su qualcuno però sì e poi magari tra voi c’è chi oggi si infilerà in qualche centro commerciale per fare gli ultimi acquisti. Per questo abbiamo chiesto ai lettori di “Consumismi di Natale”, la newsletter dedicata ai regali di Natale che abbiamo spedito in queste settimane, cosa vorrebbero ricevere: se qualcuno che conoscete è iscritto alla newsletter potreste trovare i suoi desideri in mezzo a questa lista, se no, per semplici ragioni statistiche, potreste comunque trovare un’idea che fa al caso vostro. Se nessuna vi ispira, potete andare a leggere l’archivio di “Consumismi di Natale”, appunto, dove di settimana in settimana abbiamo suggerito alcuni regali di cui non abbiamo scritto sul Post.

– Gli oggetti più desiderati in assoluto sono libri e fumetti, o buoni regalo per comprarli. Quindi prima di tutto vi ricordiamo che qui trovate una lista di libri che ci sono piaciuti quest’anno; quelli che secondo noi hanno un po’ segnato il decennio che sta finendo invece sono qui.

– Subito dopo i libri, la cosa più desiderata sono viaggi e cose utili per fare un viaggio, come una valigia o un borsone, come questo che in redazione è molto apprezzato. Per quanto riguarda le mete, sono stati segnalati l’Alaska, il Giappone, la Giordania, la Namibia, Londra, Singapore, la Norvegia e l’Isola di Natale. Nel dubbio, un buono per un volo aereo dovrebbe andare bene.

Ora Consumismi ha una sua newsletter, gratis

– Ovviamente c’è anche chi fa una sola richiesta molto semplice: soldi. Se la busta con le banconote dentro vi sembra inelegante, potete anche in questo caso scegliere un buono regalo.

– La terza categoria di oggetti desiderati, per numero di desideri, è quella di cibo e bevande. Tra gli altri c’è chi leggendo di aceto balsamico tradizionale di Modena ora lo vorrebbe assaggiare e chi vuole solo «birra, birra, birra». Riferiamo. Sappiate anche che se ordinate qualcosa da Eataly ora è difficile che arrivi in tempo per Natale: potete comunque guardarne il sito per trarre ispirazione.

– Un’altra cosa molto ambita è una giornata alle terme, per fare la sauna, il bagno turco, uno «scrub total body» o un massaggio. I buoni delle QC Terme – presenti a Milano, Roma, San Pellegrino, Torino e varie località alpine – si possono facilmente comprare online.

– Qualcuno vorrebbe una pianta. C’è chi è aperto all’iniziativa dei regalanti, e chi invece pensa a una pianta specifica: ad esempio la Pilea peperomioides, chiamata anche “pianta delle monete”, o la Ficus lyrata.

– Altre categorie di oggetti ricorrenti nella wishlist dei lettori sono: gioielli, profumi, orologi (in questo hanno qualcosa in comune con alcuni redattori del Post, una dei quali vorrebbe un orologio che dice che ore sono con le parole), giochi da tavola (qui ne avevamo spiegati dieci, se avete bisogno di spunti), questo piccolo drone per fare riprese dall’alto (per cui però è tardi per Natale) e dischi. Due lettori poi vorrebbero un gatto, ma sul suo reperimento purtroppo dovete fare da soli.

– Tra gli altri desideri, sparsi, alcuni sono più originali e per questo li citiamo qui. Il primo: un ukulele. Era finito tra i nostri suggerimenti per regali di Natale dell’anno scorso, peraltro.

– Qualcun altro vorrebbe un tirannosauro fatto con i LEGO (dal cui sito ancora per due giorni si possono fare ordini che arrivino in tempo): potrebbe costruirlo, ad esempio, con questo kit da 15 euro i cui pezzi possono essere usati anche per fare un triceratopo, oppure, in versione scheletro da museo, con questo da 60 euro. La versione di Jurassic Park è molto più costosa. Invece per chi vorrebbe un oggetto raffigurante il cosiddetto “Baby Yoda”, dovrà aspettare il prossimo Natale o il proprio compleanno, se successivo a marzo: solo allora i gadget di The Mandalorian, la serie tv del mondo di Star Wars trasmessa da Disney+, saranno disponibili.

– C’è chi desidera un cuocitore sottovuoto e un redattore suggerisce, caso mai chi gli vuole fare un regalo passasse di qui, l’Anova Precision Cooker che va bene sia per chi è appassionato di cucina e vuole ampliare le proprie tecniche, sia per chi non è esperto, perché è molto facile da usare. Si può programmare anche a distanza con una app, quindi se lo si fa partire nel pomeriggio mentre si è al lavoro si trova il cibo pronto la sera. Su Amazon costa 130 euro, ma potrebbe non arrivare in tempo.

– Diversi desideri riguardavano oggetti utili quando si va a fare lunghi giri in bici, per questo abbiamo chiesto qualche dritta al redattore appassionato di ciclismo: ha detto che, prima di tutto, si chiamano «ciclocomputer» e poi che quelli più costosi e con una buona reputazione sono quelli di Garmin. Lui però consiglia il Rider 530 di Bryton. Ha detto anche che «a uno che va in bici si può anche regalare “Strava Summit”, l’opzione a pagamento di Strava, l’app dei ciclisti (e anche un po’ dei runner); ci sono dati, tabelle, cose in più».

– Più di una persona poi ha espresso il desiderio di avere un Remarkable, cioè l’equivalente di un e-reader fatto per disegnare e prendere appunti a mano. O, se volte vederla in un altro modo, un tablet senza app il cui schermo offre una sensazione e delle funzioni simili a quelle della carta. Costa 500 euro, quindi non è economico come la carta; inoltre è improbabile che arrivi in tempo per Natale se lo ordinate oggi.

– Passando ai desideri espressi da una sola lettrice o lettore, c’è ad esempio «un cestino in midollino per far lievitare il pane». Per chi vuole fare il pane in casa infatti esistono cestini fatti apposta che servono per ottenere il giusto grado di lievitazione, dando alla pagnotta un bell’aspetto. Solitamente sono fatti di rattan (anche chiamato “midollino”) o di vimini, materiali porosi che fanno arrivare l’aria all’impasto. La forma varia a seconda di quella che si vuole dare al pane. Questo, molto acquistato su Amazon, c’è di diverse forme e dimensioni.

– Sempre nell’ambito degli oggetti per preparare cose da mangiare, qualcuno vorrebbe uno strumento per fare gli arancini – o le arancine – tutti perfetti e uguali, di cui avevamo scritto nella newsletter “Consumismi di Natale”. Si chiama “arancinotto” e ha un prezzo compreso tra i 14 e i 20 euro, a seconda della forma.

– Qualcuno vorrebbe poter andare a uno dei concerti di Cat Stevens quest’estate, ad esempio a Lucca.

– Qualcun altro invece vorrebbe una «tostiera che divide i toast a triangoli»: ne esistono in effetti, questa costa 22 euro e volendo arriva in tempo per Natale.

– Un lettore vorrebbe «l’introvabile libro del peraltro direttore»: ipotizziamo che si tratti di Playlist, che in effetti non si trova facilmente online nella versione cartacea. C’è in ebook però. C’è anche usato, sul sito del Libraccio, ma non arriverebbe in tempo per Natale.

Se queste idee di regalo di Natale non ti convincono, i regali che abbiamo suggerito nei giorni scorsi sono qui. Queste invece sono altre liste di idee per fare i regali di Natale tematiche:

– Regali che costano meno di 20 euro
– Regali tra i 21 e i 60 euro
– Regali tra i 61 e i 100 euro
– Regali un po’ più ecosostenibili
– Regali per bambini tra i 6 e i 10 anni
Regali per ragazzini tra gli 11 e i 13 anni

Altrimenti ci sono le liste dell’anno scorso e i regali che vi abbiamo suggerito a novembre.

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.