Regali di Natale a meno di 60 euro

Tra cui un montalatte, un ombrello inverso, un barattolo di nutella, un piumino ultraleggero e delle ciaspole da neve

Quanto è giusto spendere per un regalo di Natale? Non è bello assegnare un budget di spesa a parenti e amici, ma soprattutto se si ha una grande famiglia in cui si dà molta importanza ai regali, tutta la faccenda può diventare impegnativa. Per questo abbiamo raggruppato una ventina abbondante di idee per fare un regalo con meno di 20 euro e ora, qui sotto, con una cifra compresa tra i 21 e i 60.

Se poi non c’è niente che vi colpisce, potete provare a dare un’occhiata a quest’altra lista, con prezzi vari.

Un peluche “raro”. National Geographic ha fatto una linea di peluche che supera gli stereotipi del mondo animale e include, accanto ad animali più noti come il panda e il pinguino, anche riproduzioni di esemplari che solitamente non compaiono nei giochi per bambini, diciamo. Ci sono la manta, il suricato e il fennec, solo per citarne alcuni che forse non conoscete. Costano tra i 20 e i 30 euro.

Il Post ha fatto una newsletter sui regali di Natale

Degli auricolari wireless. Per parenti e amici che usano tanto gli auricolari col filo, ma magari non si sono mai interessati ai più recenti modelli senza fili, questi auricolari di TaoTronics sono considerati i migliori tra quelli economici. La qualità del suono è buona, sono comodi da indossare, sono resistenti all’umidità e hanno tutti i controlli integrati, quindi si possono usare anche per fare sport o in altre situazioni in cui non si ha lo smartphone a portata di mano. Su Amazon si trovano a 40 euro.

Una scatola di calzini. Happy Socks, una marca svedese che vende solo calzini colorati e con fantasie insolite, confeziona scatole molto belle con composizioni di calzini un po’ per tutti i gusti. Per esempio, ce n’è una a tema forme geometriche, una per chi ama gli animali e un’edizione limitata per i fan dei Beatles. Ce n’è anche una a tema fast food con una scatola che fa pensare a tutto tranne che a dei calzini. Costano 40 euro.

Death Stranding per Playstation 4. È uscito a novembre ed è l’ultima creazione del noto autore di videogiochi giapponese Hideo Kojima (quello della saga Metal Gear). Matteo Bordone ne ha scritto una recensione entusiasta in cui dice che è qualcosa di completamente nuovo e che è un gioco in cui è racchiusa tutta la fantascienza di questi ultimi anni. Non prevede grandi atti di violenza, l’attività principale del protagonista è quella di consegnare dei pacchi: una cosa che, dice Bordone, infonde la stessa soddisfazione rasserenante delle attività manuali. Dice anche che il disegno e le ambientazioni sono così belle che può capitare, durante il gioco, di ritrovarsi con gli occhi lucidi. In effetti, il trailer da otto minuti è riuscito ad affascinare anche i redattori del Post meno avvezzi ai videogiochi. Costa 62,50 euro (ok, lo sappiamo è fuori budget, ma di poco!).

Una lampada magnetica. È una lampada da comodino o da scrivania che si accende grazie all’attrazione magnetica tra due “palline”. Per accenderla e spegnerla infatti basta avvicinare o allontanare la pallina che sta sotto da quella che pende dall’alto. Ha un aspetto molto particolare e può essere un bel regalo per amici o parenti a cui piace arredare casa con oggetti-di-design, come si dice. Costa 29 euro.

Un barattolo gigante di Nutella. Un regalo che non ha bisogno di spiegazioni o giustificazioni: siamo sicuri che ora che sapete che esiste, saprete sicuramente anche a chi regalarlo. Contiene 3 chili di Nutella e costa 22 euro.

La Divina Commedia in versione manga. A settembre la casa editrice J-Pop ha pubblicato, per la prima volta in un unico volume, la Divina Commedia di Dante Alighieri disegnata come fosse un fumetto giapponese da Go Nagai, uno dei più importanti autori di manga contemporanei, conosciuto anche in Italia. Arianna Cavallo, che l’ha letto e ne ha parlato qui, dice che non è soltanto un ottimo regalo per il vostro cugino adolescente che ama i manga e a scuola sta studiando Dante, ma è anche un’opera affascinante a livello artistico, intellettuale ed emotivo, nientedimeno. Costa 25,40 euro.

Un vassoio da vasca. Per quelli che preferiscono fare il bagno (e hanno una vasca a casa), l’oggetto indispensabile per farne uno rilassante in modo serissimo: questo vassoio portacalice con leggìo, fatto di bambù. Può essere regolato in modo da adattarsi a qualsiasi vasca da bagno, da una larghezza di 70 centimetri a un metro. Costa 34 euro.

Una macchina fotografica istantanea. Instax Mini 9 è la macchina fotografica istantanea più economica di Fujifilm ma è anche una delle migliori secondo Wirecutter, il sito di recensioni del New York Times. È un regalo che va bene soprattutto per i più giovani, quelli che probabilmente di vecchie Polaroid non ne hanno mai viste e che potrebbero apprezzare la forma di questa macchina, molto lontana da quella dei modelli tradizionali. Esiste di 5 colori pastello e le pellicole sono piccole come una carta di credito. Nella confezione ci sono due pile che le danno un’autonomia di un centinaio di scatti, mentre le pellicole vanno comprate a parte. Se vi interessa regalare una macchina fotografica istantanea, ma vorreste sapere qual è la migliore in circolazione, qui trovate la nostra guida sul tema: ne avevamo provate 10.

Un’agenda per il 2020. Visto che a dicembre, oltre al Natale, si festeggia anche la fine dell’anno vecchio e l’inizio dell’anno nuovo, una bella agenda cartacea 2020 potrebbe essere il regalo giusto per parenti e amici con un debole per la cancelleria e restii all’uso dei calendari digitali. La storica agenda Filofax, che ebbe un grande successo negli anni Ottanta e continua a essere molto venduta ancora oggi, è uno di quei regali “che durano”, come si dice, perché è formata da una “copertina” di cuoio ad anelli (va dai 35 euro in su, dipende dal colore) e si può “ricaricare” ogni anno con un nuovo blocchetto di fogli aggiornato (sui 15/20 euro, dipende dal formato).

Un buono regalo Cortilia. È uno di quei regali “utili” adatti agli amici che non hanno mai tempo di fare la spesa, ma che apprezzano il buon cibo. Cortilia è un negozio online di prodotti agricoli e di allevamento che consegna a domicilio in meno di 24 ore. Con un buono regalo di Cortilia si può fare la spesa occasionalmente oppure attivare il servizio di abbonamento a scatole con contenuto, dimensioni e prezzi a scelta (per chi vuole solo frutta, solo carne e pesce, solo verdura o prodotti misti in base alla stagionalità). Per il buono si può scegliere il valore economico che si desidera a partire da 10 euro.

Piumino ultrasottile di Uniqlo. Uniqlo è una delle più importanti aziende di moda giapponese di fast fashion e si distingue per avere una vasta offerta di vestiti di buona qualità con linee molto minimal a prezzi accessibili. A settembre ha aperto un negozio a Milano, ma il suo negozio online spedisce in tutta Italia. Tra i capi più famosi di Uniqlo ci sono i suoi piumini ultraleggeri e ultrasottili: possono essere indossati da soli, ma soprattutto si usano sotto il cappotto quando fa molto freddo perché non ingombrano ma isolano molto bene. Quando si tolgono, si possono ripiegare nella loro fodera e mettere nello zaino o nella borsa. È il regalo giusto per quel vostro familiare che ha sempre freddo, ma che è troppo elegante per andare in giro con la giacca da montagna. Costa 59 euro e 90.

Un libro molto particolare. Casa di foglie di Mark Z. Danielewski è un libro dall’aspetto bizzarro, che è appena stato ripubblicato dopo essere stato introvabile, anche nei mercatini di libri usati, per quasi dieci anni: ha una bella storia. A vederlo da fuori sembra un normale libro di 700 pagine, ma basta sfogliarlo per qualche minuto per accorgersi che ha un’impaginazione diversa da qualsiasi libro abbiate mai visto: si alternano diversi font, note e note alle note, pagine quasi bianche, altre in cui il testo è barrato o segue strane direzioni. La storia è piuttosto intricata (è un horror, ma racconta soprattutto una storia d’amore) e richiede uno sforzo intellettuale notevole al lettore, perché bisogna seguire storie diverse, in alcuni casi bisogna rigirare il libro per poterlo leggere, usare uno specchio, oppure tenere il segno in più punti per inseguire una nota. Se siete di quelli che a Natale temono sempre di regalare il-solito-libro, con questo andate sul sicuro. Costa 29 euro, un prezzo ragionevole in questo caso per la complessità della stampa.

Un rossetto nude. Ultimamente, nell’abbigliamento e nel make up, va di moda il nude: colori chiari che riprendono le tonalità della pelle dal bianco, al rosa pallido, fino al beige e al miele. Potrebbe essere il momento giusto per regalare un rossetto a quella vostra cugina, amica, sorella o fidanzata che non mette i rossetti perché sono troppo rossi. Huda, una marca di trucchi che va molto di moda soprattutto tra gli adolescenti, offre ampia scelta di rossetti a 24 euro: si va dalla tonalità staycation che è praticamente color pelle, a colori più scuri, come third date (non sono affascinanti i nomi che vengono scelti per rossetti e smalti?)Un’alternativa per chi adolescente non lo è più da un po’ e di trucchi ne sa qualcosa sono i rossetti di Pat McGrath, definita da Vogue la truccatrice più influente del mondo: costano 39 euro e ci sono anche nude.

Sale e pepe. È un regalo che va bene soprattutto per qualcuno che ha appena cambiato casa e che sicuramente avrà pensato alle cose essenziali, ma non a un macinasale e a un macinapepe dall’estetica scandinava. Questi di Menu hanno linee morbide, colori opachi, sono fatti di un materiale soft touch molto piacevole al tatto e costano 47 euro. Se vi piace l’idea ma l’oggetto non vi convince, potete dare un’occhiata anche agli altri prodotti di Menu come il decanter, la teiera e la caraffa.

Cavatappi di Alessi. Sempre per chi ha una cucina da riempire, ma anche per chi ha un debole in generale per le cose belle o in particolare per i pappagalli, tra i prodotti di Alessi c’è questo cavatappi in cui la somiglianza con un uccello tropicale è voluta. C’è sia variopinto che tinta unita in verde, azzurro o nero e costa 39 euro.

Un ombrello inverso. Si chiama KAZbrella e deve il suo nome a quello del suo inventore, l’ingegnere britannico Jenan Kazim, ma potete chiamarlo anche ombrello inverso. In breve, è un ombrello che funziona al contrario rispetto a quelli tradizionali: chiudendolo la parte inferiore, quella che non si bagna, resta all’esterno, mentre quella superiore, bagnata, finisce all’interno. Per questo motivo è più comodo degli ombrelli tradizionali quando si sale in ascensore, su mezzi pubblici affollati o anche in macchina, perché non bagna. Per tutti questi motivi, costa po’ più degli ombrelli normali (50 euro). Un consiglio da una redattrice che ce l’ha: optate per il manico ricurvo, quello dritto è scomodissimo.

Un powerbank. È il regalo più utile che possiate fare a quel vostro amico che dopo una certa ora della sera ha sempre il telefono scarico, al punto da compensare la mancanza di fantasia. Ci sono diversi modelli di powerbank tra cui scegliere, più o meno potenti e più o meno costosi: noi ne abbiamo individuati tre. PowerCore 5000 di Anker è un caricabatterie affidabile ma anche abbastanza piccolo e leggero, da infilare in borsa o in tasca e usare soltanto in caso di emergenza. Ma visto che costa 15 euro e se state leggendo questa lista potete permettervi di spendere anche qualcosa in più, potete considerare anche PowerCore 10000, che riesce a caricare uno smartphone circa tre volte ed è comunque poco ingombrante (23 euro), o PowerCore 20100, che permette di caricare completamente uno smartphone fino a cinque volte piuttosto velocemente (29 euro).

Un tostapane vintage. È una valida alternativa per chi vorrebbe regalare un elettrodomestico dall’estetica retro ma pensa che quelli di Smeg siano decisamente fuori budget. Questo di Ariete è quasi altrettanto bello e costa 38 euro.

Un abbonamento a Marieclaire o a Vanity Fair. Se tra le persone a cui volete fare un regalo questo Natale c’è qualcuno a cui piacciono i femminili, nel senso delle riviste, sappiate che alcuni abbonamenti annuali (e non solo) costano davvero poco. Ad esempio, un abbonamento che dura due anni a Marieclaire, forse il più bello e curato tra i femminili in vendita in Italia, costa solo 29 euro e 40. Se preferite un settimanale, sei mesi di Vanity Fair costano 26 euro e 90.

Un montalatte per caffè macchiati e cappuccini. Quando la redazione del Post ha sostituito la sua macchina del caffè a capsule con una macchina automatica, la novità più apprezzata è stato senza dubbio il beccuccio montalatte per fare la schiuma come quella dei cappuccini del bar. Se anche voi avete un collega divoratore di schiuma, non serve che gli regaliate una macchina del caffè intera: in vendita si trovano degli aggeggi poco ingombranti la cui unica funzione è quella di trasformare il latte in schiuma. Questo costa 33 euro e ha molte recensioni positive.

Delle ciaspole da neve. Se tra i vostri cari c’è un esemplare di persona-che-non-scia, potete provare a regalargli delle racchette da neve (anche dette “ciaspole” o “ciastre” a seconda del tipo di Alpi che frequentate) per fare camminate in mezzo alle valli e ai boschi: le permetteranno di scoprire il bello della montagna (anche la fatica, ma quella è utile dopo cenoni e pranzoni) e di non annoiarsi troppo mentre tutti gli altri sono sulle piste. Queste sono le più vendute da Amazon e costano 50 euro. Se vi piace l’idea e siete disposti a spendere di più qui ci sono quelle in vendita su Decathlon.

Oggetti-di-design per la casa. Nel catalogo di Seletti – che ha una sua collezione esposta al MoMa di New York – ci sono vari oggetti che si prestano a diventare regali di Natale per la fascia di prezzo 20-60 euro. Per fare due esempi per gusti molto diversi, vi segnaliamo questo vaso a forma di cuore (nel senso proprio dell’organo umano) dove i gambi dei fiori vanno infilati nelle vene e nelle arterie e questi bicchieri che sono il risultato della combinazione di cocci di tazze e bicchieri diversi tra loro.

Un cappellino. Di quelli che negli Stati Uniti si chiamano beanie e che sono praticamente delle cuffie di maglia fatte per aderire bene alla testa e alle orecchie e tenere caldo in inverno. È un regalo sempre apprezzato quando fa freddo e potete decidere fino a che punto sbizzarrirvi nella scelta dei colori, visto che online se ne trovano di ogni. Tra i più sobri ci sono per esempio quelli di marchi come Carhartt, North Face e Tommy Hilfiger. Altrimenti di colori più stravaganti ci sono quelli di Vans, Jucca e Levi’s.

Un cesto di Eataly. Ci sono molte persone (oltre naturalmente al vostro medico di famiglia) per le quali un bel cesto di cibi e bevande è ancora il regalo più appropriato. Eataly, la catena di negozi di alimentari specializzata in prodotti italiani ricercati, vende cesti natalizi di diversi tipi e prezzi: per esempio ce n’è uno a base di dolci che costa 20 euro, uno con panettone e spumante a 30 euro, uno da 40 euro con vari tipi di pasta e di sughi, e a salire si arriva a cesti anche molto molto ricchi. Tutti arrivano all’interno di una bella scatola natalizia fatta in carta riciclata e, per ogni acquisto, Eataly fa una donazione al World Food Program, contro la fame nel mondo.

Un’amaca da viaggio. Tutti hanno un amico o un parente a cui sembra impossibile fare un regalo: è l’appassionato di viaggi avventurosi e attività estreme all’aria aperta che ha già tutta l’attrezzatura tecnica più innovativa. L’unica speranza che avete è conquistarlo con un piccolo lusso che rispetti però tutte le caratteristiche di leggerezza e funzionalità ideali per un viaggio itinerante: qualcosa che lui o lei non comprerebbe perché non strettamente necessaria alla sopravvivenza, ma che comunque sarà felice di avere una volta in viaggio. Ci sono poche cose che rientrano in questa categoria e una (forse) è l’amaca portatile da viaggio. Sul sito di Decathlon c’è gialla o arancione e costa 30 euro.

Il libro che raccoglie le foto di un grande fotografo di gatti. Si chiamava Walter Chandoha e aveva cominciato a fotografare i gatti dopo che, una notte invernale del 1948, a New York, aveva trovato un gatto randagio nella neve, se lo era portato a casa e poi aveva provato a fotografarlo. Quel gatto, Loco, divenne la sua “musa”: molto prima dei meme su internet Chandoha si specializzò nelle fotografie di felini per le pubblicità, i puzzle e le confezioni di cibo per animali. È morto lo scorso gennaio, a 98 anni, e quest’estate Taschen gli ha dedicato questo libro che raccoglie decenni di lavoro, dai ritratti a colori in studio alle fotografie di strada in bianco e nero. Per veri gattari. Costa 34 euro.

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi, il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi – che potrebbero variare di giorno in giorno rispetto a quelli indicati, in base alle offerte. Ma potete anche cercarli su Google.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.