love parade

La Love Parade, un anno dopo

La Love Parade, un anno dopo

Uno dei sopravvissuti racconta com'è cambiata la sua vita dal 24 luglio 2010, quando 21 persone morirono schiacciate in un tunnel a Duisburg, in Germania

Love Parade, punizione divina

«La Love Parade e la partecipazione ad essa, a prescindere dalla sua immagine ripugnante, costituiscono una sorta di ribellione contro la Creazione e contro l’ordine divino, sono un peccato e un invito al peccato» Andreas Laun, vescovo di Salisburgo (qui

La morte come possibilità

La morte come possibilità

Mauro Covacich sul Corriere riflette su Duisburg e su quando si cominci a essere prudenti, nella vita

Morire alla Love Parade

Morire alla Love Parade

C'erano 1.200 agenti e un solo accesso per un milione e mezzo di partecipanti: sono morti in diciannove