razzismo

A lungo non si parlò del massacro di Tulsa

A lungo non si parlò del massacro di Tulsa

La storia di quello che successe in Oklahoma il 31 maggio 1921, quando una folla inferocita di bianchi uccise centinaia di afroamericani e distrusse un intero quartiere

Iniziò tutto con una lista di nomi buffi

Iniziò tutto con una lista di nomi buffi

Ed è finita con un'azienda che ha perso un terzo dei dipendenti, in una vicenda che insegna qualcosa su come stia cambiando il lavoro nell'industria tecnologica americana

«La razza continuava a perseguitarmi»

«La razza continuava a perseguitarmi»

Nadeesha Uyangoda racconta cosa vuole dire sentirsi italiana mentre tutti ti ricordano che non lo sei per il colore della pelle, nel libro "L'unica persona nera nella stanza"

Molisana a testa in giù

Molisana a testa in giù

Dopo la polemica sulla pasta Molisana dal «sapore littorio», mi è capitato di vedere, da qualche parte su Facebook [Continua]

Il razzismo contro i neri in Iran

Il razzismo contro i neri in Iran

Abitano nel sud-est del paese e discendono dagli schiavi africani: ma il resto della popolazione non vuole sentir parlare di "schiavi"

La storia delle accuse contro Ellen DeGeneres

La storia delle accuse contro Ellen DeGeneres

Cioè contro la produzione del suo famosissimo talk show: alcuni ex dipendenti hanno detto che è un posto di lavoro «tossico» e che hanno subito ingiustizie e discriminazioni

Altre grandi aziende boicotteranno Facebook

Altre grandi aziende boicotteranno Facebook

Dopo The North Face e Patagonia anche Coca-Cola, Ford e Microsoft, tra le altre, non faranno pubblicità su Facebook a luglio: c'entra una campagna americana per i diritti civili

North Face e Patagonia boicotteranno Facebook

North Face e Patagonia boicotteranno Facebook

I marchi di abbigliamento sportivo North Face e Patagonia da luglio boicotteranno Facebook, ritirando la pubblicità dei loro prodotti dal social network. Le due aziende hanno aderito alla campagna Stop Hate For Profits che combatte contro la diffusione di contenuti razzisti, violenti o

Il razzismo a Bon Appétit

Il razzismo a Bon Appétit

Una delle pubblicazioni di cucina più seguite degli Stati Uniti discriminava i giornalisti non bianchi: è finita con le dimissioni del direttore e molte scuse