Alicia Machado durante la campagna elettorale per Hillary Clinton, Miami, Florida, 20 agosto (Gustavo Caballero/Getty Images)

La storia di Alicia Machado, che Trump ha chiamato “Miss Piggy”

È un'ex miss Universo che Trump ha umiliato perché troppo grassa: Hillary Clinton ne ha parlato a sorpresa durante il dibattito e Trump ha fatto Trump

Alicia Machado durante la campagna elettorale per Hillary Clinton, Miami, Florida, 20 agosto (Gustavo Caballero/Getty Images)

Nella parte finale del primo dibattito televisivo della campagna elettorale per la presidenza degli Stati Uniti, Hillary Clinton e Donald Trump hanno parlato delle donne, o meglio, della misoginia di cui Trump è stato spesso – e a ragione – accusato. Tra le altre cose, Clinton ha fatto riferimento a una donna in particolare, Alicia Machado, ex miss Universo, la cui storia non era mai stata raccontata in questa campagna elettorale.

Come è andata
Dopo aver chiesto a Trump di spiegare una sua precedente affermazione, e cioè che Clinton non aveva un aspetto presidenziale, il moderatore del confronto, Lester Holt, ha cercato di passare all’argomento successivo. Clinton ha voluto però insistere sul punto e lo scambio che ne è seguito è stato questo:

Clinton: «Un’altra cosa. Ha cercato di cambiare discorso dall’aspetto alla resistenza. Ma questo è un uomo che ha chiamato le donne “cagne”, “maiali”. È uno che ha detto che le gravidanze sono un problema per i datori di lavoro».

Trump: «Non ho mai detto questo».

Clinton: «Ha detto che le donne non meritano parità di retribuzione a meno che non facciano un buon lavoro come gli uomini. E una delle cose peggiori l’ha detta su una concorrente a un concorso di bellezza. Lui ama i concorsi di bellezza, li sponsorizza, ci si circonda, ma questa donna l’ha chiamata “Miss Piggy”. Poi l’ha chiamata “Miss governante” perché è latinoamericana. Donald, lei ha un nome».

Trump: «Da dove l’hai tirata fuori questa?»

Clinton: «Il suo nome è Alicia Machado. È diventata una cittadina degli Stati Uniti e, ci puoi scommettere, andrà a votare il prossimo novembre».

Alicia Machado
Alicia Machado è una donna originaria del Venezuela che ora ha 39 anni e che lo scorso agosto è diventata cittadina americana. Nel 1996, quando aveva 19 anni, ha vinto il concorso di bellezza “miss Universo”, poco dopo che Trump era diventato proprietario dell’evento.

Dopo aver vinto, Machado riprese il peso che aveva perso per partecipare al concorso. Trump ne parlò più volte pubblicamente in modo sprezzante e paternalistico. Nel gennaio del 1997 Trump organizzò anche un evento con i giornali e le tv per portare Machado in una palestra di New York: la ragazza venne filmata mentre saltava la corda, sollevava pesi e pedalava su una cyclette. Trump la seguiva con disapprovazione, chinandosi su di lei o ridendo con i giornalisti. Machado sorrideva, ma più tardi ha descritto quel momento come uno dei più umilianti della sua vita: temeva che la sua carriera sarebbe stata interrotta se avesse osato rifiutare o contraddire Trump quando parlava del suo peso o la definiva, tra le altre cose, una «macchina per mangiare». Dopo l’esperienza di miss Universo, Machado cominciò a soffrire di disturbi alimentari, anoressia e bulimia. Passarono cinque anni prima di una completa guarigione e prima che riuscisse a parlare di quello che aveva passato.

Clinton e il suo comitato avevano preparato accuratamente la citazione della storia di Machado durante il dibattito, tanto che Trump se n’è sorpreso («Da dove l’hai tirata fuori questa?»). Subito dopo, Clinton ha pubblicato una video intervista in spagnolo in cui Machado racconta la sua storia e in cui si vedono le immagini della palestra e le dichiarazioni di Trump su di lei.

Ora Machado ha una figlia, lavora come attrice e imprenditrice e dallo scorso giugno si è unita a Dolores Huerta, celebre attivista dei diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, in una campagna informativa a favore degli ispanici e di Hillary Clinton. Lo scorso 19 agosto Machado è diventata cittadina americana, impegnandosi pubblicamente a votare per Clinton. Dopo il dibattito Machado ha scritto un tweet in spagnolo e ha ringraziato Clinton «per aver difeso le donne». Poi ha pubblicato una foto con il suo nuovo passaporto e ha scritto: «Sono pronta a votare. Per il mio paese e per te Hillary Clinton, per mia figlia e per le donne che lavorano».

Come ha reagito Trump?
Il giorno dopo il dibattito con Clinton, parlando in collegamento telefonico a Fox News e commentando il passaggio su Machado, Trump ha detto che la vincitrice del concorso è stata la «peggiore» miss Universo «che abbiamo mai avuto, la peggiore, era impossibile». Ha anche ribadito che Machado era ingrassata troppo e che questo era un problema, per lui: «Era la vincitrice, era ingrassata troppo ed era diventata un vero problema. Avevamo un vero problema. Ma non era solo questo, era anche il suo atteggiamento». E ancora: «Clinton ha trovato questa ragazza e ne ha parlato come se fosse Madre Teresa. Non era proprio così. Ma d’accordo, Hillary deve fare quel che deve». Trump ha infine minacciato di dire cose molto spiacevoli al prossimo dibattito, cose che prima non aveva avuto il coraggio di dire per pudore e per non ferire i sentimenti di nessuno.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.