• Cultura
  • martedì 12 Novembre 2013

Sono state diffuse le prime 25 foto dei quadri ritrovati a Monaco

E il sito che le ospita in queste ore ha avuto un sacco di problemi, a causa del traffico eccessivo

Sono stati pubblicati oggi sul sito Lostart.de – un sito del governo che registra le opere d’arte rubate dai nazisti – le foto di 25 delle 1406 opere d’arte ritrovate nel 2011 dalla polizia a casa del mercante d’arte Cornelius Gurlitt, che furono sequestrate durante la dittatura nazista a commercianti e collezionisti ebrei. La polizia ha tenuto nascosta la notizia per due anni perché diffonderla sarebbe stato «controproducente, le indagini sarebbero state compromesse e le opere messe a rischio». È stato stimato che il valore complessivo delle opere d’arte, fra le quali ci sono dipinti di Picasso, Monet e lavori di Chagall, superi il miliardo di dollari.

La procura di Monaco aveva deciso inizialmente di non pubblicare neanche le foto delle opere, sempre perché questo avrebbe danneggiato le indagini. Un portavoce del ministro della Cultura tedesco ha detto che il sito ha avuto diversi problemi nelle ultime ore, a causa dei moltissimi utenti che hanno cercato di visitarlo: «nessuno si aspettava un traffico così elevato. L’unica cosa da fare, per accedervi, è aspettare». Claudia von Selle, un avvocato tedesco specializzato in commercio di opere d’arte, ha detto a Reuters che «sebbene sia stato fatto troppo tardi e in quantità ridotte, è un passo nella giusta direzione».