• giovedì 13 gennaio 2011

Tunisia, per Foreign Policy è il “malato del Medio Oriente”

Un'analisi sulla Tunisia e il suo regime, dai successi economici dell'ultimo decennio alle violenze di questi giorni

Ieri una serie di tweet riportavano di un colpo di stato in atto in Tunisia. Come raccontato da Foreign Policy, il fatto che una notizia del genere si sia potuta diffondere tanto velocemente è indicativo della situazione attuale del paese, passato in breve dal miracolo economico a essere il “malato del Medio Oriente” (citazione di una formula usata nella storia per molti paesi mal funzionanti).

FP ricorda poi i recenti cable pubblicati da WikiLeaks sul regime di Ben Ali, definito una “quasi-mafia” dai diplomatici statunitensi, e la posizione della Francia, accusata di non essersi espressa sulle violenze in virtù del rapporto commerciale privilegiato con la sua ex colonia. Il destino della Tunisia a questo punto è incerto, anche se la caduta di Ben Ali, al potere dal 1987, potrebbe non decretare la fine del regime.