libri

Il giorno di Bloom

Il giorno di Bloom

Ho letto la prima volta l’Ulisse di Joyce a diciott’anni, invece di preparami per la Maturità. La lettera iniziale del mio cognome era risultata ultima nel sorteggio [Continua]

Arundhati Roy è tornata

Arundhati Roy è tornata

Un estratto di "Il ministero della suprema felicità", il suo secondo romanzo uscito a vent'anni da "Il dio delle piccole cose" e dedicato "agli inconsolabili"

111 posti da vedere a Torino

111 posti da vedere a Torino

Come la Fetta di polenta, la Vigna della Regina, la Cavallerizza e la pasticceria Stratta, tutti consigliati da un'originale guida illustrata della città

Cambiamo, come cambia l'amore

Cambiamo, come cambia l’amore

«Ogni volta che si spostano, due partner, se la loro attenzione è ancora rivolta l’uno verso l’altra, cominciano a vedersi in modo diverso perché le personalità non hanno un unico immutabile colore, come il bianco e il blu, ma sono

«Marianna sì che è un nome da ciclista»

«Marianna sì che è un nome da ciclista»

Una delle tante storie affascinanti del ciclismo italiano è quella di Alfonsina Strada, la prima donna a correre il Giro d'Italia: il drammaturgo Stefano Massini le ha dedicato un racconto

Cannes è sempre Cannes, anche cent'anni fa

Cannes è sempre Cannes, anche cent’anni fa

«The chauffeur, a Russian Czar of the period of Ivan the Terrible, was a self-appointed guide, and the resplendent names–Cannes, Nice, Monte Carlo–began to glow through their torpid camouflage, whispering of old kings come here to dine or die, of