nicola cosentino

L'arresto di Nicola Cosentino

L’arresto di Nicola Cosentino

L'ex sottosegretario all'Economia del PdL, già arrestato un anno fa, ora è stato fermato con le accuse di estorsione e concorrenza sleale con finalità mafiosa

Signori, il televoto

Voi siete sicuri che candidare Mara Carfagna sia comunque meglio che candidare Nicola Cosentino: io no. Detto questo, il garantismo è morto, finito, polverizzato. Delegare una candidatura ai sondaggi dell’ultimo minuto, basandosi non su criteri oggettivi ma sulla volubile reputazione

Cosentino sulla sua candidatura

Oggi, in un’intervista con Ottavio Lucarelli di Repubblica, Nicola Cosentino ha detto a proposito della sua candidatura alle prossime politiche (al terzo posto della lista del PdL al Senato, in Campania): «Se sarò ricandidato è un bene» Nicola Cosentino, 53

L’agenda di Monti non cambia

È stata una giornata nera per la democrazia? Andiamoci piano. Non cadiamo nelle trappole, distinguiamo e soprattutto non perdiamo di vista il quadro generale. Che è il seguente: si giocano due partite parallele in Italia. Una riguarda l’autoriforma della politica

Le foto di oggi alla Camera

Le foto di oggi alla Camera

C'erano ben tre deputati di cui si è votata l'autorizzazione all'arresto nei mesi scorsi (e uno è andato in carcere): tensione, abbracci e risultato finale

Né libertà né coscienza

Badateci, gli stessi politici e giornalisti che allargano le braccia e dicono che «la politica è finita» non hanno detto una parola circa l’escreto politicistico che lo schierarsi pro o contro Nicola Cosentino ha tipicamente rappresentato: ossia una discrezionalità ormai

Due storie dal passato

Carlo Malinconico e Nicola Cosentino: due personaggi molto diversi, due storie non paragonabili che si incrociano con un tratto comune. Perché entrambe arrivano dal passato, da una stagione fangosa della quale sapevamo di non poterci disfare subito, ma che trasmette

La Minetti non diventi un alibi

Alemanno, che è il peggior sindaco di Roma fin dai tempi di Anco Marzio, dice che lui nel Pdl della Minetti non ci vuole stare più. Ha certamente ragione e riceve i giusti applausi. Resta da capire, però, se il

Il problema di Napoli

Achille De Simone non entrerà in Consiglio comunale a Napoli però ha preso un bel po’ di voti: l’aveva candidato l’Alleanza centro Pionati a sostegno di Lettieri, per il centrodestra. Anzi, era proprio il capolista. A dire il vero Lettieri

Casalesi senza benzina

Domanda: ci sono elementi che potrebbero indicare uno stato di sofferenza del clan dei casalesi? Maurizio Avallone, capo della DIA di Napoli, durante una conferenza, ha rivelato il contenuto di alcune intercettazioni. Da un po’ di tempo i camorristi si