• Mondo
  • mercoledì 14 Gennaio 2015

La manifestazione contro il razzismo di Berlino

È stata convocata dalle comunità musulmane tedesche per ricordare i fatti di Parigi, contro l’islamofobia e come risposta al corteo di PEGIDA

Martedì 13 gennaio a Berlino, in Germania, circa diecimila persone hanno preso parte a una manifestazione contro il razzismo e l’islamofobia convocata dalle comunità musulmane tedesche davanti alla Porta di Brandeburgo. Erano presenti molti leader politici, il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente Joachim Gauck che ha detto: «Tutti noi siamo la Germania. Noi, democratici, anche se abbiamo idee politiche, religiose e culturali diverse». Erano presenti anche i principali leader religiosi di varie confessioni del paese che hanno parlato e condannato con forza gli atti di terrorismo. La manifestazione si è aperta con la deposizione di una corona di fiori bianchi davanti all’ambasciata francese con la scritta “Terrorismo, non in nostro nome”.

La manifestazione di Berlino è stata organizzata dopo gli attentati avvenuti in Francia la scorsa settimana e come risposta al corteo che si è svolto il giorno prima a Dresda organizzato dall’associazione PEGIDA, Patriotische Europäer gegen die Islamisierung des Abendlandes, che significa “Europei patriottici contro l’islamizzazione dell’Occidente” e che aveva riunito 25 mila persone contro gli stranieri e contro l’Islam.