• Mondo
  • martedì 6 Gennaio 2015

La scalata più difficile del mondo

È quella che stanno tentando in arrampicata libera, per la seconda volta, due americani: e nelle soste twittano e mettono le foto su Facebook

Gli arrampicatori statunitensi Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson stanno tentando di salire in arrampicata libera – ma con delle corde di sicurezza, dovessero cadere – la Dawn Wall, un muro completamente liscio alto più di 900 metri sulla montagna di El Capitan, nel parco nazionale di Yosemite, in quello che molti esperti considerano il tentativo di scalata più difficile del mondo. Tommy Caldwell, 36 anni, da quasi dieci anni lavora a questo progetto: nel 2008 venne contattato da Jorgeson, che gli offrì il suo sostegno, e dopo due anni tentarono la scalata insieme, fallendo.

Questa volta Caldwell e Jorgeson, partiti lo scorso 27 dicembre, sono seguiti da vicino da diversi giornalisti e appassionati che li osservano dal prato sottostante e raccontano quotidianamente i loro progressi: ogni giorno, nel tardo pomeriggio, iniziano scalando un nuovo pezzo, fino a quando non arriva la notte. Lo stesso Tommy Caldwell pubblica quotidianamente degli aggiornamenti e delle fotografie sul suo profilo Facebook, piuttosto impressionanti, che testimoniano ciò che i due riescono a fare nonostante le condizioni avverse: anche connettersi a Internet, che non è proprio la prima cosa che uno immaginerebbe di fare a quell’altezza. Per anticipare qualche domanda: i due vanno in bagno dentro a dei sacchetti (anche se ogni tanto vengono beccati a fare pipì di sotto), usano caricabatterie a energia solare e il cibo gli viene portato ogni cinque giorni.