• Mondo
  • venerdì 31 Agosto 2012

Gli incendi vicino a Marbella

Le foto dalla Costa del Sol in Spagna, dove ci sono migliaia di sfollati

Nella Costa del Sol, nel sud della Spagna, circa cinquemila persone sono state evacuate per un incendio divampato ieri sera nei pressi di Coin, in Andalusia. Oltre mille ettari di vegetazione sono già bruciati e le fiamme non sono ancora sotto controllo. A Marbella, la località turistica a metà strada tra Malaga e Gibilterra, sono state evacuate circa duemila persone. I resti di un uomo anziano sono stati ritrovati ieri nei pressi del comune di Oyen, dove molte abitazioni sono bruciate. Sempre nella giornata di ieri una coppia è rimasta ferita e trasportata all’unità grandi ustionati dell’ospedale Carlos Haya di Malaga.

Il 23 luglio scorso quattro persone sono morte a causa di due incendi nella regione spagnola della Catalogna, al confine con la Francia, dove le fiamme hanno distrutto 9mila ettari di foresta nell’area di Alt Empordà, ferito 12 persone e obbligato altre 1.300 a lasciare le loro case e passare la notte in rifugi appositamente allestiti. Nella provincia di Avila, nella comunità autonoma di Castiglia e León, al centro della Spagna, il 20 agosto scorso sono stati distrutti circa mille ettari di bosco. Nel mese di agosto gli incendi hanno distrutto 800 ettari del parco naturale di Garajonay, che si trova nel centro-nord dell’isola di La Gomera, nelle Canarie.