• Mondo
  • venerdì 27 Maggio 2011

Gheddafi ha minato Misurata?

Lo dice la NATO, aggiungendo che non ha modo di disinnescarla

Il regime di Gheddafi avrebbe minato l’area intorno a Misurata per impedire alla popolazione locale e ai ribelli di allontanarsi dalla città. Lo ha detto oggi il generale Charles Bouchard, comandante dell’operazione NATO Unified Protector: «Un rapporto di oggi parla di una zona di Misurata minata con ottanta mine antiuomo dalle forze di Gheddafi. Questo contravviene a tutte le leggi internazionali. La NATO sta cercando di identificare il campo».

Il comandante Bouchard ha anche detto che la NATO non ha nessuna intenzione di inviare truppe di terra per disinnescare le mine, perché il mandato non lo prevede. E che non ci sono nuove informazioni sul conto di Gheddafi e della sua famiglia. Nel frattempo oggi anche l’ex direttore della Banca Centrale della Libia, Farhat Omar Bin Guidara, ha deciso di passare dalla parte dei ribelli. Guidara aveva dato le dimissioni lo scorso febbraio ma finora non si era mai apertamente schierato contro il regime di Tripoli.