aereo-rimborsi-passeggeri-coronavirus
(ANSA/TELENEWS)
  • Italia
  • martedì 10 Marzo 2020

Cosa deve fare chi aveva comprato un biglietto aereo cancellato per il coronavirus

Con le restrizioni decise dal governo molte compagnie hanno ridotto i voli da e per l'Italia: una guida per chiedere rimborsi e modifiche alle prenotazioni

aereo-rimborsi-passeggeri-coronavirus
(ANSA/TELENEWS)

Con la decisione del governo di estendere le restrizioni a tutta Italia per limitare il più possibile la diffusione del coronavirus (SARS-CoV-2), non è più possibile spostarsi senza una giustificazione valida, da autocertificare tramite un apposito modulo. Per questo motivo, che scoraggia e limita la maggior parte degli spostamenti, diverse compagnie aeree hanno cancellato del tutto o parzialmente i voli da e per l’Italia nelle prossime settimane.

British Airways ha cancellato tutti i voli in programma per l’Italia, Ryanair ha preso la stessa decisione per i voli fino al 9 aprile mentre EasyJet e altre compagnie ne hanno cancellati solo alcuni. Per cercare di orientarsi, di seguito trovate un elenco delle modalità di rimborso delle varie compagnie, tenendo conto che l’ENAC – l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile – dice che hanno diritto al rimborso anche i passeggeri impossibilitati a viaggiare ma il cui volo non è stato cancellato.

Alitalia

La compagnia di bandiera italiana prevede il rimborso totale del biglietto in caso di cancellazione del volo: per chiederlo, dice il sito, bisogna telefonare al numero del servizio clienti, 892010 (a pagamento).

Vista la situazione legata al coronavirus e le riduzioni dei voli e della possibilità di spostarsi, Alitalia ha previsto anche una serie di circostanze in cui permette ai passeggeri di cambiare il proprio biglietto senza penali, o in alternativa offre un buono dello stesso valore del biglietto, da utilizzare entro un anno dalla sua emissione: il buono o il cambio gratuito è possibile per le persone positive al coronavirus e per chi si trova in quarantena e per chi si trovava nella ex “zona rossa”.

Le cose da sapere sul coronavirus

Ora che il governo ha esteso a tutta Italia le restrizioni non è ancora chiaro se Alitalia permetterà a tutti di cambiare il biglietto o richiedere il buono, dato che il decreto stabilisce che gli spostamenti sono possibili solo in caso di «comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute e rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza».

Ryanair

Martedì anche Ryanair ha deciso di cancellare i voli da e per l’Italia fino al 9 aprile. Sul sito della compagnia si legge che per controllare lo stato del proprio volo basta andare sulla propria area personale, dove ci sono tutte le informazioni: in caso di cancellazione, comunque, la compagnia manderà un avviso tramite mail e SMS.

Nel caso in cui il proprio volo sia cancellato, sempre nella propria area riservata si può richiedere un rimborso da subito, oppure modificare gratuitamente la prenotazione entro 90 giorni dall’acquisto del biglietto.

EasyJet

Anche EasyJet ha cancellato la maggior parte dei voli da e per l’Italia: secondo Reuters «i passeggeri avranno la possibilità di riprenotare o di ottenere un rimborso». Sul sito di EasyJet si legge che in caso di cancellazione del volo si può richiedere un rimborso nella sezione “Gestisci le tue prenotazioni”, tramite app o sito.

EasyJet aggiunge poi che «se hai prenotato tramite un tour operator, agente di viaggio o agenzia di viaggio online, contatta il tour operator, l’agente di viaggio o il nostro personale di terra per cambiare i voli. Se hai prenotato con eJ holidays, ti preghiamo di contattarli direttamente».

British Airways

Martedì la compagnia aerea britannica ha annunciato di aver cancellato tutti i voli da e per l’Italia. Sul suo sito ufficiale non ci sono ancora istruzioni precise per i passeggeri che hanno un volo prenotato da o per il nostro paese, ma ci sono indicazioni generiche per chiunque abbia subito la cancellazione del proprio volo: si può ottenere il rimborso andando nella sezione “La mia prenotazione” oppure cambiare la prenotazione telefonando al numero 0800 727 800 (per le telefonate dal Regno Unito) o al numero +44 (0) 203 250 0145 (per chi chiama da altri paesi).

In caso di prenotazione tramite agenzia, British Airways consiglia di contattare direttamente l’agenzia per chiedere il rimborso o cambiare la prenotazione.

Norwegian Air

Norwegian Air nei giorni scorsi ha cominciato a ridurre i voli in partenza e in arrivo per il nostro paese: sul sito della compagnia si legge che in caso di cancellazione del volo i passeggeri verranno contattati via mail o SMS, e verranno fornite istruzioni per chiedere un rimborso o un cambio di prenotazione.

Inoltre, anche Norwegian Air ha rimosso la tariffa di cambio di prenotazione, che quindi ora è gratuita per i passeggeri che hanno un volo da o per l’Italia tra il 6 e il 19 marzo.

– Leggi anche: Le cose da sapere sul coronavirus