(Francesco Pecoraro/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 25 Febbraio 2020

Guida agli ottavi di Champions League – parte 2

Le cose da sapere sulle quattro partite di Champions League in programma questa settimana, da Napoli-Barcellona a Lione-Juventus

(Francesco Pecoraro/Getty Images)

Dopo due mesi di sosta, l’edizione 2019/20 della UEFA Champions League è ripresa la scorsa settimana con le prime quattro partite di andata degli ottavi di finale. Fra le sedici squadre europee ancora in corsa nel torneo, tre sono italiane. L’Atalanta è stata la prima di queste a giocare, mercoledì scorso a Milano contro il Valencia, battuto 4-1. Questa settimana toccherà invece a Napoli e Juventus, rispettivamente contro Barcellona, oggi, e Lione, domani.

Oltre al prestigio dato dalla partecipazione al torneo più ambito del calcio europeo, giocare nella fase a eliminazione diretta di Champions League inciderà parecchio nei bilanci dei club. La qualificazione agli ottavi di finale ha già garantito a queste squadre un premio di 9 milioni e mezzo di euro, ai quali si potranno aggiungere 2,7 milioni per ogni singola vittoria e altri 10,5 in caso di qualificazione ai quarti.

Le cose da sapere sulle quattro partite di questa settimana:

25/2 – 18/3
Chelsea-Bayern Monaco
[Sky]

Il Chelsea di quest’anno è una squadra particolare. Il blocco del mercato imposto dalla FIFA ha costretto il club a costruire la propria rosa affidandosi soprattutto ai giovani di sua proprietà, alcuni molto promettenti ma pur sempre inesperti. L’allenatore Frankie Lampard è riuscito a mettere insieme una squadra che funziona ed è in piena corsa per l’obiettivo stagionale, ossia la qualificazione alla Champions League. Ha però un andamento altalenante e fa fatica a vincere contro le avversarie sulla carta più forti. Stasera non avrà a disposizione gli infortunati N’Golo Kanté, Callum Hudson-Odoi e Christian Pulisic.

Anche per il Bayern Monaco è stata una stagione fin qui strana, segnata dall’esonero dell’allenatore Niko Kovac lo scorso novembre. Kovac è stato sostituito temporaneamente con l’assistente Hans-Dieter Flick, il quale ha saputo riportare la squadra in testa al campionato, venendo a sua volta confermato per il proseguimento della stagione. Stasera il Bayern ritorna a Londra a poche settimane di distanza dalla netta vittoria per 7-2 ottenuta contro il Tottenham nella fase a gironi. Sarà senza gli infortunati Javi Martínez, Niklas Süle e Ivan Perisic.

25/2 – 18/3
Napoli-Barcellona
[Mediaset/Sky]

Dopo le difficoltà nella prima metà del campionato, il Napoli di Gennaro Gattuso è riuscito a riprendersi in tempo per la partita più importante della sua stagione, stasera contro il Barcellona. Viene da sei vittorie nelle ultime sette gare disputate e ha solo un giocatore infortunato, il difensore Kalidou Koulibaly. Arkadiusz Milik, Hirving Lozano, Elseid Hysaj e Fernando Llorente, invece, non sono nelle migliori condizioni e dovrebbero partire dalla panchina.

Il Barcellona, allenato da poco più di un mese da Quique Setién, viene da una larga vittoria contro il Getafe in campionato e rimane in testa alla classifica con due punti in più del Real Madrid, contro cui giocherà domenica. È favorito per il passaggio del turno in Champions League ma ha quattro titolari indisponibili: Luis Suárez, Ousmane Dembélé, Jordi Alba e Sergi Roberto. Sergio Busquets e Nelson Semedo sono invece diffidati e salteranno il ritorno se stasera dovessero essere ammoniti. Per il capitano degli spagnoli, il campione argentino Lionel Messi, sarà la prima partita in carriera al San Paolo di Napoli.

(Francesco Pecoraro/Getty Images)

26/2 – 17/3
Lione-Juventus
[Sky]

Si può dire che quest’anno il sorteggio degli ottavi sia stato favorevole alla Juventus: il Lione era probabilmente la squadra meno forte fra le possibili avversarie. I francesi si trovano peraltro in una situazione ancora piuttosto complicata, dopo l’esonero dell’allenatore brasiliano Sylvinho, sostituito lo scorso ottobre da Rudi Garcia, ex allenatore della Roma. Garcia ha risollevato la squadra, ma non del tutto. La qualificazione agli ottavi è arrivata per un soffio, mentre in campionato è settima a sette punti dal terzo posto. A complicare ulteriormente la stagione ci si è messo anche l’infortunio di uno dei suoi migliori giocatori, l’olandese Memphis Depay, la cui stagione di fatto è già finita.

In Italia la Juventus è prima in classifica, è in corsa per tutti i suoi obiettivi stagionali, eppure non convince ancora. Le sconfitte contro Lazio, Verona e Napoli hanno evidenziato come vada spesso in difficoltà se pressata insistentemente. I nuovi acquisti a centrocampo, il reparto meno performante, stanno entrando lentamente nei meccanismi della squadra e non favoriscono i miglioramenti auspicati. Tuttavia la Juventus è in forma, viene da due vittorie di fila ed è favorita. Non ha nemmeno grossi problemi con gli infortuni, dato che i giocatori indisponibili sono soltanto due: Douglas Costa e Merih Demiral.

26/2 – 17/3
Real Madrid-Manchester City
[Sky]

È una delle partite più affascinanti di questo turno, per valore e importanza delle due squadre, entrambe però nel mezzo di una stagione abbastanza complicata. Dopo non aver mai perso partita da ottobre a febbraio, nelle ultime tre settimane il Real Madrid è stato eliminato dalla Coppa del Re dalla Real Sociedad e ha perso l’ultima di campionato contro il Levante decimo in classifica. Sta ancora cercando di formare un nuovo gruppo vincente con i tanti grandi giocatori che ha in squadra, uniti ad alcuni nuovi giovani molto promettenti. Nella partita di andata di stasera non avrà Eden Hazard, il suo acquisto estivo più importante, e Marco Asensio.

Il City è stata la squadra europea più discussa nelle ultime settimane, per via della sua esclusione per due anni da tutte le competizioni UEFA stabilita in seguito a gravi violazioni del Fair Play Finanziario, le norme che regolano quanto le squadre possono spendere. L’esclusione è ancora pendente, dato che il City ha presentato ricorso, ma non cambierà più di tanto la stagione della squadra, seconda in Premier League a 22 punti dal Liverpool. Considerando quindi la possibile esclusione dalle coppe, e il fatto che probabilmente il City non vincerà il titolo inglese per il terzo anno consecutivo, la Champions League è l’ultima grande occasione a disposizione della squadra di Pep Guardiola per salvare la stagione. Il City si presenta inoltre a Madrid con la squadra al completo.