• lunedì 20 Gennaio 2020

Chi è Junior Cally

Se ne sta parlando molto in queste ore a causa del testo di una sua canzone, che ha provocato proteste e appelli per la sua esclusione da Sanremo

Junior Cally è un rapper romano di 28 anni, concorrente al prossimo festival di Sanremo. La sua partecipazione era stata annunciata a dicembre, ma negli ultimi giorni qualcuno ha chiesto la sua esclusione: Junior Cally è infatti al centro di una polemica per il testo di una sua canzone, “Strega”, di cui si sta parlando dopo che ne aveva scritto sul suo blog Marco Brusati, direttore di un’associazione che organizza eventi in ambito ecclesiastico. L’articolo di Brusati si intitola “A Sanremo l’artista che sul web de-canta un femminicidio e insulta sessualmente le donne? Va bene? In un Festival tutto al femminile?”, e fa riferimento a un passaggio della canzone in cui Junior Cally dice di aver ucciso una ragazza.

Il vero nome di Junior Cally è Antonio Signore. Il suo primo singolo è del 2017, ma già prima Signore aveva tentato di fare musica con un altro nome d’arte, Socio: poi lo aveva cambiato e aveva cominciato a esibirsi coprendosi il volto con una maschera, come fanno altri cantanti e dj. Il suo stile è riconducibile alla trap, genere musicale che sta avendo successo in Italia da qualche anno: lo stesso, per intenderci, di Sfera Ebbasta, Capo Plaza e della Dark Polo Gang (per citare alcuni degli artisti più famosi). A Sanremo 2020 porterà la canzone “No, Grazie”, che secondo le anticipazioni ha un contenuto politico.

Leggi anche: Il rapper Salmo ha annullato la sua partecipazione al Festival di Sanremo 

La partecipazione di Junior Cally a Sanremo è nota dalla fine di dicembre, ma solamente negli ultimi giorni ha suscitato diverse proteste, da parte di esponenti politici del centrodestra e del Partito Democratico, ma anche da parte del presidente della Rai Marcello Foa. Quella su Junior Cally, peraltro, non è la prima polemica di questo festival di Sanremo: pochi giorni fa ne era nata un’altra intorno alle frasi sessiste di Amadeus, dette durante la conferenza stampa di presentazione delle co-conduttrici.