Colline del Prosecco (© Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg - UNESCO)

I nuovi luoghi protetti dall’UNESCO

Dalle colline del Prosecco in Italia a un grande parco naturale in Islanda, passando per sterminate foreste in Iran e sfarzosi palazzi barocchi in Portogallo

Colline del Prosecco (© Consorzio Tutela del Vino Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg - UNESCO)

L’UNESCO, l’agenzia delle Nazioni Unite che ha lo scopo di incentivare la protezione e la conservazione di luoghi significativi dal punto di vista storico, culturale e ambientale, ha da poco annunciato la scelta di 29 nuovi luoghi protetti. La selezione è avvenuta nel corso del 43esimo incontro del comitato del Patrimonio mondiale, che si riunisce a Baku, la capitale dell’Azerbaigian, tra il 30 giugno e il 10 luglio.

I nuovi luoghi protetti sono stati scelti tra 35 proposte, e tra i 29 selezionati ce ne sono 24 ritenuti di interesse storico e culturale. Nel caso dell’Italia, è stata aggiunta ai siti dell’UNESCO la zona del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene nel Veneto.

Con l’ultima aggiunta, i siti definiti Patrimonio dell’umanità in Italia sono diventati 55, il paese che ne ha di più in lista a pari merito con la Cina; la lista globale comprende 1.121 siti.

Dentro ogni foto, la descrizione su perché quel posto
sia stato selezionato dall’UNESCO:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.