Playa del Carmen, Messico, 8 maggio 2019 (AP Photo/Victor Ruiz)
  • Mondo
  • domenica 16 Giugno 2019

Le foto delle spiagge dei Caraibi messicani piene di alghe

Il sargasso si accumula da mesi, minacciando il turismo e l'ecosistema di spiagge come Tulum e Playa del Carmen

Playa del Carmen, Messico, 8 maggio 2019 (AP Photo/Victor Ruiz)

lgheIl governo dello stato messicano di Quintana Roo ha dichiarato lo stato di emergenza per l’enorme quantità di sargasso, un’alga bruna che ha invaso molte spiagge solitamente frequentate dai turisti, come Tulum e Playa del Carmen. Il governo locale, che ha parlato di «un imminente disastro naturale», spera di ottenere fondi dal governo nazionale per ripulire le spiagge; in particolare il governatore Carlos Joaquín González si aspetta di ricevere l’equivalente di circa 28 milioni di euro.

Le alghe si sono ammassate sulle spiagge caraibiche messicane negli ultimi mesi, danneggiando sia il turismo che l’ecosistema della zona. Il sargasso non è dannoso per la salute umana, ma uno studio recente dell’Università nazionale autonoma del Messico ha rilevato in alcune di queste alghe alti livelli di arsenico e metalli pesanti: potrebbe essere quindi più complicato usarle come nutrimento per il bestiame o come ingrediente per l’alimentazione umana.

Il sargasso è un’alga che si trova solo nell’Oceano Atlantico e offre riparo e cibo a molte specie migratorie: pesci, molluschi e tartarughe marine. Secondo gli scienziati la recente proliferazione si deve al riscaldamento climatico che ha fatto alzare le temperature degli oceani spingendo le alghe fino alle spiagge del Mar dei Caraibi e nel Golfo del Messico.