Dominik Paris (Alexis Boichard/Agence Zoom/Getty Images)
  • sabato 9 Febbraio 2019

Mondiali di sci 2019 in TV e in streaming: come seguire la discesa libera maschile

È la prova più attesa dei Mondiali di Åre, inizia alle 12.30: i link per seguirla in diretta

Dominik Paris (Alexis Boichard/Agence Zoom/Getty Images)

La discesa libera maschile dei Mondiali di sci di Åre è in programma oggi a partire dalle 12.30. È la prova più attesa di ogni manifestazione sciistica, nonché la più antica, veloce e spettacolare dello sci alpino. L’Italia ha buone probabilità di ottenere almeno una medaglia con i suoi due atleti di punta: Dominik Paris, già vincitore dell’oro nel supergigante, e Christof Innerhofer. Il livello dei partecipanti però è altissimo e ci sono tanti altri sciatori in grado di vincere, a partire dagli austriaci Matthias Mayer e Vincent Kriechmayr e dallo svizzero Beat Feuz, campione in carica e in testa alla classifica di specialità in Coppa del Mondo. Anche la Norvegia compete per l’oro, con Aleksander Aamodt Kilde, Kjetil Jansrud e Aksel Lund Svindal.

I Mondiali di sci 2019 sono trasmessi in chiaro e in diretta dalla Rai: tutte le gare sono su Rai Sport (canale 58) e le gare più importanti anche su Rai 2. In streaming si possono seguire tramite l’applicazione e il sito di Rai Play, raggiungibile da qui. I Mondiali sono trasmessi anche da Eurosport – in abbonamento su Eurosport Player, Mediaset Premium e Sky. La discesa libera sarà trasmessa in diretta da tutti i canali citati.

La rappresentanza italiana ad Åre è composta da diciannove atleti, guidati da Paris e Innerhofer nella categoria maschile e da Sofia Goggia e Federica Brignone in quella femminile. Già dopo la prima gara, il supergigante femminile, la Nazionale ha migliorato il medagliere di due anni fa, quando concluse con soltanto una medaglia di bronzo vinta da Goggia, la stessa che in Svezia ha vinto l’argento nella prima gara. Il giorno dopo Paris ha vinto il primo oro italiano della manifestazione. Questi Mondiali di sci sono attesi inoltre perché saranno l’ultima competizione ufficiale prima del ritiro di Lindsey Vonn e Aksel Lund Svindal, due dei più forti sciatori degli ultimi decenni.