• Mondo
  • giovedì 17 maggio 2018

Tutte le storie che girano sulla famiglia di Meghan Markle

Sono quelle di cui si sta parlando di più in vista del matrimonio reale di sabato prossimo, e sì: è gossip

Il principe Harry del Regno Unito e la sua fidanzata Meghan Markle, il 23 marzo 2018, a Belfast, in Irlanda del Nord (Chris Jackson - Pool/Getty Images)

Da quando è stato annunciato il fidanzamento tra il principe Harry d’Inghilterra e l’attrice statunitense Meghan Markle, la stampa di tutto il mondo ha scritto, raccontato e speculato su ogni particolare delle nozze, che saranno celebrate sabato 19 maggio nella cappella di St George’s nel Castello di Windsor. Un grosso filone, scandalistico e spesso sgradevole, è quello sulla famiglia della sposa, in parte alimentato in modo pretestuoso dai giornali, in parte dagli stessi parenti che non hanno perso occasione di dare interviste, farsi fotografare e addirittura scrivere lettere aperte al principe Harry invitandolo a non sposarsi. Tra gli invitati alle nozze, i Markle, cioè i parenti della sposa per parte di padre, sono pochi: mancano i cugini e soprattutto Samantha e Thomas Markle Jr, il fratello e la sorella nati dal primo matrimonio del padre, con cui Meghan Markle non ha rapporti. Il legame con la madre Doria Ragland sembra invece buono: nell’annunciare il fidanzamento il principe Harry l’aveva definita “fantastica” e sabato sarà al fianco della figlia durante la cerimonia.

Nell’ultima settimana l’attenzione della stampa è diventata ancora più pressante e si è concentrata soprattutto attorno a una storia: la partecipazione o meno al matrimonio di Thomas Markle, il padre di Meghan Markle. La vicenda risale a fine aprile, quando il fratellastro Thomas Markle Jr. scrisse una lettera aperta al principe Harry, pubblicata dal sito scandalistico statunitense In Touch Weekly, in cui lo invitava a non sposarsi: «Caro principe Harry, non è troppo tardi, Meghan Markle ovviamente non è la donna giusta per te», aggiungendo che sarebbe stato «il più grande errore nella storia dei matrimoni reali». Nella lettera accusava la sorellastra di aver mandato il padre in bancarotta per finanziare i suoi studi di recitazione, di averlo abbandonato quando la sua carriera aveva ingranato e di non averlo nemmeno invitato al matrimonio: «il tentativo di Meghan di recitare la parte della principessa come un’attrice di Hollywood di serie C è agli sgoccioli». Qualche giorno dopo scrisse un’altra lettera, pubblicata sempre su In Touch Weekly ma rivolta alla sorella, in cui le chiedeva di poter partecipare alle nozze. Il 4 maggio la casa reale britannica rispose che entrambi i genitori di Meghan Markle erano invitati e che il padre l’avrebbe accompagnata all’altare.

Sabato scorso la questione è stata riaperta dal giornale Mail on Sunday, che ha accusato Thomas Markle, che ha 73 anni e vive a Rosarito, in Messico, di essersi accordato con un fotografo per farsi scattare delle foto in un bar in cambio di 100 mila sterline (114 mila euro): gli scatti erano concordati ma Markle fingeva di non esserne consapevole, mentre guardava delle immagini della figlia con il fidanzato. Questo nonostante la famiglia reale britannica avesse chiesto ai fotografi di lasciare in pace i parenti della coppia e rispettare la privacy di tutti.

Markle è stato molto criticato ed è intervenuta in sua difesa Samantha, l’altra sua figlia nata dal primo matrimonio, che in un’intervista al programma tv Loose Women del canale ITV si è presa tutta la colpa. Sarebbe stata lei a suggerire al padre di farsi fotografare per dare un’immagine positiva di sé, contrariamente a quella uscita finora sui giornali: «È totalmente colpa mia. Gli ho detto “dovresti mostrare a tutti che ti stai rimettendo in forma e stai facendo molte cose salutari”»; ha anche precisato che le motivazioni non sarebbero state economiche. Samantha, come il fratello, non era stata invitata alla cerimonia; a dicembre aveva criticato su Twitter il principe Harry per aver detto che la famiglia reale era diventata per Meghan la famiglia che «non aveva mai avuto».

Lunedì Thomas Markle ha detto al sito scandalistico TMZ che non sarebbe andato al matrimonio per non mettere in imbarazzo la figlia e la famiglia reale, ribadendo di aver acconsentito alle foto per migliorare la sua immagine e non per soldi. Inoltre doveva riprendersi da un infarto avuto la settimana prima, dovuto – secondo lui – al dispiacere per la lettera del figlio. Martedì però ha cambiato idea, pare dopo aver ricevuto messaggi e telefonate dalla figlia; ha ricontattato TMZ e spiegato che se si fosse sentito bene l’avrebbe accompagnata all’altare: «Detesto l’idea di perdere uno dei momenti più importanti della storia». Dopo qualche ora TMZ ha pubblicato una sua nuova intervista in cui raccontava che si era fatto ricoverare per dolori al petto e che il giorno dopo sarebbe stato operato al cuore. L’operazione è andata bene e la vicenda si è conclusa oggi, giovedì, con un comunicato ufficiale in cui Meghan Markle annuncia che purtroppo il padre non sarà presente alle nozze.

Sempre lo scorso weekend è circolata un’altra notizia con al centro i parenti di Meghan Markle, in questo caso l’ex cognata Tracy Dooley, l’ex moglie di Thomas Markle Jr. e i suoi due figli Tyler e TJ Dooley. Per sua stessa ammissione Dooley non ha rapporti con Markle dal divorzio, vent’anni prima, e non era stata invitata alle nozze; nonostante questo lunedì i tre sono arrivati e sono stati fotografati all’aeroporto di Heathrow, insieme a 13 bagagli. Siti e giornali hanno scritto che avrebbero commentato la cerimonia per alcuni programmi tv come Good Morning Britain che, contattato dal Guardian, ha però negato.

Mostra commenti ( )