Un po’ di pagine dal nuovo Guardian

Il quotidiano britannico esce oggi con una nuova grafica, che vale anche per il sito e per la app

Il quotidiano britannico Guardian esce oggi con un restyling grafico del cartaceo – che diventa in formato tabloid, dalle dimensioni più ridotte – del sito e della app. La direttrice Katharine Viner ha spiegato che l’aspetto grafico riflette le stesse caratteristiche dei contenuti: chiarezza e immaginazione. Il restyling è stato deciso mesi fa e portato avanti dal direttore creativo Alex Breuer insieme a giornalisti e grafici del giornale, tenendo conto delle opinioni dei lettori.

L’impostazione resta quella del restyling realizzato nel 2003 da Mark Porter (che poi ridisegnò anche Internazionale), considerato un esempio di successo nel mondo editoriale perché rese il giornale riconoscibile e innovativo; a questa si aggiungono un nuovo font più semplice da leggere, il Guardian Headline, realizzato insieme ai grafici che crearono il font precedente, il Guardian Egyptian; e nuovi colori, come l’arancione e il rosa per lo sfondo degli articoli online.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.