(ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)
  • venerdì 10 Marzo 2017

Il video del discorso di Matteo Renzi al Lingotto

L'ex segretario del PD ha aperto a Torino la sua campagna elettorale per le primarie del Partito Democratico

(ANSA/ALESSANDRO DI MARCO)

Venerdì pomeriggio Matteo Renzi ha aperto al Lingotto di Torino la campagna elettorale in vista delle primarie del prossimo 30 aprile con cui sarà scelto il segretario del Partito Democratico. Nel suo discorso, Renzi ha lodato il governo Gentiloni, ricordando gli ultimi provvedimenti contro la povertà adottati questa settimana. Renzi ha detto che il segretario del PD dovrà anche essere candidato del partito alla presidenza del Consiglio, un tema di cui si è parlato molto all’interno del partito negli ultimi anni. Ha anche detto che la leadership del partito dovrà essere più collegiale di come è stata fino ad ora e per questo ha presentato ufficialmente il suo candidato alla vicesegreteria, il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina.

A proposito del suo programma per le primarie, Renzi ha detto che nel corso dei prossimi giorni non ci saranno proposte spettacolari, ma ci saranno molte discussioni per elaborare dal basso una nuova piattaforma programmatica. Ha detto che uno dei temi principali sarà l’Europa e ha detto che si batterà per l’elezione diretta del presidente della Commissione Europee e le primarie per la scelta del candidato presidente del Partito Socialista Europeo. Nei prossimi giorni, ha annunciato, sarà inaugurato una nuova “piattaforma informatica”, simile alla piattaforma Rousseau del Movimento 5 Stelle (lui stesso ha fatto il parallelo) che si chiamerà Bob, da Bob Kennedy.

Gli altri candidati sono il ministro della Giustizia Andrea Orlando e il presidente della regione Puglia, Michele Emiliano. Le primarie sono aperte, cioè potranno partecipare tutti gli elettori del PD, non soltanto gli iscritti al partito. Se nessuno dei tre riuscirà a ottenere il 50 per cento più uno dei voti alle primarie, il segretario del PD sarà scelto dall’assemblea nazionale, un organo eletto dagli iscritti al partito democratico.