Tipografia urbana

Le città del mondo sono piene di cartelli, insegne e scritte: un grande archivio online le raccoglie e cataloga

Tutte le città del mondo hanno una loro identità culturale e visiva che si esprime non solo nell’architettura, ma anche attraverso le “parole” che riempiono gli spazi: insegne di negozi, cartelli, segnali stradali, cartelloni pubblicitari, incisioni. Vernacular Typography è un progetto creato dalla graphic designer Molly Woodward che da oltre 15 anni raccoglie fotografie dei segni grafici che ci circondano, per “identificare, documentare e preservare gli elementi dell’ambiente visivo che stanno scomparendo a causa delle influenze della globalizzazione”.

Per centinaia di anni sono stati gli artigiani a produrre questi oggetti che rappresentano la cultura visiva delle città, che col passare del tempo sono diventate indistintamente uniformi: la “tipografia urbana” resta però una forma di comunicazione importantissima, non solo per la sua estetica ma anche per la sua importanza “etnografica”, come prova dell’identità locale e storica di un luogo. L’archivio di Woodward, in costante aggiornamento, raccoglie oltre 10 mila immagini divise per località geografica o per categoria grafica, scattate tra Argentina, Canada, Cile, Cuba, Inghilterra, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Giappone, Spagna e Stati Uniti.

Una parte dell’archivio è dedicatoall’Italia, con degli esempi di tipografia urbana di Firenze, Venezia e Roma: tutti segni molto riconoscibili e che si associano facilmente all’identità di queste città, come le scritte “SPQR” in giro per Roma o i cartelli con i nomi delle calli a Venezia.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.