• Italia
  • sabato 11 ottobre 2014

Genova continua a essere allagata

Nella notte tra venerdì e sabato ci sono state nuove forti piogge: il massimo livello di allerta è stato prolungato fino alle 24 di lunedì

A Genova sono proseguite anche nella notte tra venerdì e sabato, in particolare tra le 2 e le 3, le forti piogge che nella notte precedente avevano causato l’esondazione di tre torrenti – Bisagno, Fereggiano e Sturla – e la morte di un uomo di 57 anni nella zona di Brignole. Un altro torrente, il Ruscarolo, è straripato causando disagi e allagamenti a Sestri, Voltri, Pegli, Multedo e Borzoli. Non c’è notizia di nuovi feriti, ma molte zone della città sono rimaste allagate e le acque dei torrenti hanno invaso scantinati e negozi. Diversi sottopassaggi sono rimasti chiusi per impraticabilità.

I temporali si sono spostati verso il Golfo del Tigullio e il Golfo Paradiso. Lo stato di allerta idrogeologica 2 – il massimo livello per la Liguria – annunciato nella tarda mattina di venerdì è stato prolungato fino alle 24 di lunedì (dopo un primo prolungamento fino alle 12 di sabato), e riguarda le città di Genova, Savona e La Spezia, e alcune aree interne nei comuni di Genova e La Spezia. Nella notte nella zona del Valpolcevera, a Genova, sedici famiglie hanno dovuto abbandonare le loro case in seguito al crollo di un muraglione, causato dalle infiltrazioni di acqua. Le forti piogge hanno interessato nella notte scorsa anche le zone di Recco, Portofino, Chiavari e Rapallo, dove il torrente Boate è a rischio esondazione. Altri corsi d’acqua che hanno raggiunto livelli critici sono il fiume Entella e il torrente Lavagna.

Anche la viabilità è stata condizionata. A causa di una frana che ha invaso la carreggiata, l’autostrada A7 Genova-Milano è stata chiusa nel tratto tra Genova Bolzaneto e Busalla (per chi percorre l’autostrada verso Nord, si esce obbligatoriamente a Bolzaneto). Intanto, il sindaco di Genova Marco Doria ha indetto il lutto cittadino per la persona morta venerdì, e ha ricostruito in una conferenza stampa l’ordine delle decisioni prese dal Comune, segnalando che la Protezione Civile non aveva comunicato alcuna allerta. La mancanza dell’allerta, oggetto di grandi polemiche da diverse ore, sarà analizzata in un’inchiesta per omicidio colposo e disastro colposo a carico di ignoti annunciata dal procuratore di Genova Michele Di Lecce insieme al pubblico ministero Gabriella Dotto. Anche per la giornata di sabato è stata decisa la chiusura delle scuole, dei parchi cittadini e dei dipartimenti universitari, e le fermate della metropolitana sono rimaste chiuse a causa degli allagamenti.

 

Foto: Palli Fabio/LaPresse

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.