Matteo Renzi è il nuovo segretario del PD

Il sindaco di Firenze eletto a grandissima maggioranza, i votanti sono quasi tre milioni

Matteo Renzi ha vinto le primarie del Partito Democratico e ne sarà il nuovo segretario. Quando lo scrutinio ha superato l’80 per cento dei seggi, Renzi ha il 67,8 per cento dei voti, seguito da Gianni Cuperlo con il 18 per cento e Pippo Civati con il 14,3 per cento. Formalmente Renzi sarà eletto segretario alla prima riunione della neo-eletta assemblea nazionale del partito, ma la portata del suo vantaggio rende la sua elezione scontata. Nella prima fase del congresso, quando avevano votato soltanto gli iscritti, Renzi aveva ottenuto il 46,7 per cento, Cuperlo il 38,4 per cento, Civati il 9,1 per cento. Non è ancora disponibile un dato ufficiale sull’affluenza, che dovrebbe aggirarsi intorno ai 2.900.000 elettori.

(Il discorso della vittoria di Renzi)

Renzi ha 38 anni e dal 2009 è sindaco di Firenze. Un anno fa si era candidato alle primarie del centrosinistra per la candidatura a presidente del Consiglio ed era stato sconfitto al ballottaggio da Pier Luigi Bersani, poi sconfitto alle elezioni politiche. Nel discorso con cui ha commentato la sua vittoria, Renzi ha criticato molto Grillo – «se sono incostituzionali i nostri parlamentari, lo sono anche i suoi» – e poi ha detto: «Questa non è la fine della sinistra: è la fine di un gruppo dirigente della sinistra». Enrico Letta, presidente del Consiglio, ha detto: «Lavoreremo insieme con uno spirito di squadra che sarà fruttuoso, utile al paese ed al centrosinistra». Renzi ha promesso che il PD chiederà una legge elettorale che salvi il bipolarismo e un “cambio di passo” su diverse altre questioni importanti, visto che il PD rappresenta «la grande maggioranza della maggioranza che sostiene il governo».

Matteo Renzi è il quinto segretario della storia del Partito Democratico, fondato nel 2007. Il primo fu Walter Veltroni, dal 15 ottobre 2007 al 21 febbraio 2009. Il secondo fu Dario Franceschini, dal 21 febbraio 2009 al 7 novembre 2009. Il terzo fu Pier Luigi Bersani, dal 7 novembre 2009 al 20 aprile 2013. Il quarto è stato Guglielmo Epifani, dall’11 maggio 2013 a oggi.

Nelle prossime pagine, la cronaca dei risultati.

1 2 3 4 Pagina successiva »

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.