Mario Monti al parlamento europeo

Oggi il presidente del Consiglio ha parlato a Strasburgo della situazione economica italiana e della crisi europea

Oggi il presidente del Consiglio Mario Monti ha tenuto intorno alle 15 un discorso davanti al Parlamento europeo, riunito a Strasburgo in seduta plenaria. Monti ha parlato della situazione economica italiana e della crisi economica europea, dicendo di essere favorevole agli eurobond e sottolineando l’importanza di una maggiore integrazione europea.

«In questa fase il principale rischio è che l’euro diventi un fattore disgregante». Lo ha detto il premier Mario Monti parlando all’Europarlamento, sottolineando che la crisi del debito in Europa ha riproposto divisioni e risentimenti. «Si deve recuperare lo spirito unitario». Il discorso del premier italiano è iniziato con un omaggio rivolto al Europarlamento e alle istituzioni europee.

Siamo tutti corresponsabili. «In Ue non esistono buoni e cattivi dobbiamo sentirci tutti corresponsabili delle cose fatte del passato e soprattutto nella costruzione dell’avvenire». Lo ha detto il premier Mario Monti intervenendo al Parlamento europeo a Strasburgo. «Le decisioni non sono chieste dall’Europa» ma necessarie. Il premier ha così introdotto gli sforzi dell’Italia. Poi, sulle relazioni diplomatiche tra i vari Paesi, ha aggiunto: «Troppe volti Governi nazionali in Europa hanno accusato le istituzioni europee dopo decisioni alle quali avevano preso parte».

Monti ha poi parlato del rapporto tra Italia, Francia e Germania: «La stretta collaborazione con Merkel e Sarkozy è all’insegna, per quanto mi riguarda, della difesa del metodo comunitario perché l’Europa deve essere inclusiva».

(continua a leggere sul sito del Sole 24 Ore)

Mostra commenti ( )