Storie di sei parole

Da Hemingway a un sito internet, che combina i mini-romanzi con immagini frutto del lavoro di designer professionisti

Era famoso il Romanzo in sei parole scritto da Hemingway per vincere una scommessa: «For sale: baby shoes, never worn» (Vendesi: scarpe per neonato, mai indossate).

Oggi il sito Six word story every day ripropone la stessa sfida, ci aggiunge le immagini e invita alla partecipazione scrittori di miniromanzi e designer di tutto il mondo. I risultati sono spesso notevoli, ma resta il dubbio di quanta storia aggiunga l’immagine di sfondo: va considerata una parola in più? Aggiunge un contesto non quantificabile? Di sicuro, anche se non sintetico come il suo originale e fonte di ispirazione, resta un progetto molto interessante: è addirittura individuabile qualche genere, dal drammatico al comico ma anche fantasy, fantascientifico, thriller.

Abbiamo selezionato le più belle, tra grafica e evocatività della storia raccontata.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.