I risultati dei referendum di Milano

Ampie vittorie di sì in tutte le schede, con maggiori obiezioni - il 20% - solo sull'ecopass

Sono passati con largo margine, ben oltre il quorum del 30% richiesto per la validità, i cinque referendum consultivi di indirizzo sull’ambiente organizzati nel solo Comune di Milano. Alle 22 di domenica aveva votato già quasi il 38% degli aventi diritto; l’affluenza definitiva è stata del 48,99% per il primo quesito (Ecopass) e del 49,07% per verde, parco Expo, risparmio energetico e Navigli. Il neoassessore ai Servizi Civici Daniela Benelli ha sottolineato: «La percentuale di affluenza al voto per i referendum cittadini è solo in apparenza inferiore rispetto a quella relativa ai quesiti nazionali. I milanesi aventi diritto al voto per i referendum cittadini sono 46 mila in più rispetto a quelli aventi diritto per i referendum nazionali». I residenti all’estero, per esempio, non hanno potuto votare per i 5 quesiti ambientali perché non era ammesso il voto per corrispondenza.
Ultimato lo spoglio per 800 circa delle 1251 sezioni milanesi, i risultati indicano una nettissima vittoria dei «sì» per tutti i quesiti. Anche in questo caso, come per l’affluenza, si registra un dato diverso per quanto riguarda l’Ecopass: 79,15% di «sì» e 20,85% di «no». Più alta la percentuale dei «sì» per gli altri quesiti: 95,54% per il verde, 95,44% per il parco Expo, 95,25% per il risparmio energetico e 94,36% per la riapertura dei Navigli.

(continua a leggere su Corriere.it)

Mostra commenti ( )