• Mondo
  • lunedì 23 Maggio 2011

Joplin il giorno dopo

Le nuove foto della città del Missouri in cui domenica un tornado ha ucciso almeno 116 persone

I morti a causa del peggiore tornado che abbia colpito gli Stati Uniti dal 1953 risultano il giorno dopo 116. A Joplin, la città del Missouri travolta dalla tempesta poco prima del tramonto domenica, si è lavorato tutta la notte per soccorrere i sopravvissuti e trovare morti e feriti.

Joplin ha circa 50 mila abitanti secondo l’ultimo censimento, e si trova vicino al confine dello stato, al centro del territorio degli Stati Uniti. Si trova all’interno della cosiddetta “Tornado Alley”, una striscia di terra in cui è frequente il formarsi di tornado dall’incontro tra le correnti di aria fredda che arrivano da nord e dalle Montagne Rocciose e quelle calde che salgono dal Golfo del Messico. Quarant’anni fa, il 6 maggio 1971, un forte tornado aveva ucciso una persona e causato decine di feriti.

Il tornado di domenica ha raggiunto Joplin alle 17,35 locali con un diametro di circa 800 metri. I dati sulla superficie della città distrutta non sono ancora esatti, con valutazioni che vanno dal 20 al 75%. Le autorità locali hanno annunciato all’alba di lunedì la cifra di 89 morti accertati, poi aggiornati a 116: ma il conteggio è ancora parziale. Altri tornado si sono sviluppati domenica in molte parti del Midwest: a Minneapolis è morta una persona.

Le prime foto del tornado a Joplin