• Mondo
  • domenica 15 Maggio 2011

Gheddafi cerca una via d’uscita?

Secondo il Guardian, il dittatore libico starebbe cercando un modo per uscire di scena «dignitosamente»

Il Guardian scrive che Gheddafi starebbe cercando un modo per uscire di scena e convincere la NATO a interrompere i bombardamenti sulla Libia. «Non vuole scappare in Venezuela», avrebbe detto al Guardian un membro del governo di Tripoli, «vuole soltanto farsi da parte e condurre una vita dignitosa. Lui stesso ha detto che vorrebbe essere come un imperatore giapponese, o come Fidel Castro».

Il quotidiano britannico scrive di avere parlato con quattro membri del governo di Gheddafi e che tutti e quattro avrebbero riconosciuto che è giunto il momento di trovare un’alternativa al colonnello. «Sa benissimo che la Libia non può avere futuro attraverso l’imposizione del suo culto della personalità», avrebbe detto un secondo funzionario. «Non c’è dubbio che ci sia bisogno di riforme, molte riforme».

Venerdì la tv di stato libica ha trasmesso un messaggio solo audio di Gheddafi in cui smentiva la notizia di un suo ferimento e diceva di trovarsi in un posto dove «i crociati codardi» non lo possono raggiungere. Il corrispondente da Bengasi di Al Jazeera ha però notato che, rispetto ai discorsi fiume dei primi giorni, si è passati a brevi messaggi audio che non forniscono prova del reale stato di salute di Gheddafi.

Nei giorni tra il 10 e il 12 maggio si sono sentite diverse forti esplosioni nell’area di Tripoli dove viveva il leader libico, ma la sera dell’11 maggio la televisione di stato ha trasmesso un video in cui era possibile distinguere il colonnello durante un incontro con alcuni capi tribali, presentando il servizio come girato il giorno stesso. La precedente apparizione in video risaliva allo scorso 30 aprile e, in mancanza di nuovi filmati erano iniziate a circolare voci non verificate sulla morte di Gheddafi o sul suo ferimento.